Martedì 28 Maggio 2024

L’Italia scopre la migliore delle sconfitte In semifinale l’avversaria si chiama Grecia

Battuti 2-3 dalla Palonia, gli azzurri vengono ripescati nella United Cup. Djokovic a rischio negli Stati Uniti

Migration

La Polonia è in semifinale della United Cup, ma l’Italia c’è, eccome. Gli azzurri, sconfitti 3-2 nella sfida fra le vincenti dei gironi di Brisbane (City Final), sono stati ripescati come miglior delle sconfitte e per un posto nella finale del nuovo torneo a squadre che ha aperto la stagione 2023 affronteranno ora la Grecia, vincente sulla Croazia per 3-2, mentre la Polonia incontrerà gli Stati Uniti. Al “Queensland Tennis Centre“ l’Italia, vincitrice del Gruppo E (dove ha superato Brasile e Norvegia), ha portato la sfida con la Polonia al doppio misto decisivo. Ma Camilla Rosatello e Lorenzo Musetti hanno ceduto 6-1, 6-2 alla numero 1 del mondo Iga Swiatek, in coppia con Hubert Hurkacz. Gli azzurri conservano però un bilancio vittorie-sconfitte, tra girone e “City Final“, migliore di quello della Gran Bretagna, sconfitta dagli Stati Uniti. La giornata è iniziata con il netto successo (6-1, 6-1) di Lorenzo Musetti su Daniel Michalski (n.280 del ranking Atp). Ma la Polonia si è portata subito sull’1-1 quando Martina Trevisan (n.27) ha ceduto 6-2, 6-4 alla fortissima Swiatek. Italia di nuovo in vantaggio grazie a Matteo Berrettini (n.16), che ha sconfitto in tre set (6-4, 3-6, 6-3) Hubert Hurkacz (n.10). In un appassionante testa a testa, nel quarto singolare Lucia Bronzetti, n.54 WTA, è stata battuta 6-1, 6-2 da Magda Linette (n.48), che ha rimesso in corsa la Polonia. Positive le sensazioni di Berrettini: "Sono contento per questa vittoria e per la mia squadra - ha detto il romano - Il livello di gioco è stato altissimo. Sono davvero soddisfatto anche se un pò stanco. Servizio e diritto hanno funzionato bene: ho sentito la mia racchetta colpire con potenza".

Djokovic a rischio. Tornato in Australia dopo il caos dello scorso anno, Novak Djokovic potrebbe saltare Indian Wells e Miami. Le autorità statunitensi, infatti, hanno prorogato fino al 10 aprile l’obbligo di vaccinazione contro il Covid per i cittadini non americani e, stando così le cose, Djokovic, che fin qui si è sempre rifiutato di vaccinarsi, non potrebbe disputare nè il Masters 1000 di Indian Wells, al via il 6 marzo, nè quello successivo di Miami, che scatterà il 20 marzo.