Venerdì 24 Maggio 2024
MATTIA TODISCO
Sport

Inter e Milan, scatta l’ora dei botti mondiali

Nerazzurri su Thuram mentre resta il nodo del rinnovo di Skriniar, il Milan cerca Kolo Muani e Isco oltre a Ziyech: la fiducia di Scaroni

Migration

di Mattia Todisco

Il mercato dell’Inter continua ad essere improntato più su quel che sarà nel futuro più remoto che su una finestra invernale in cui i movimenti potrebbero essere minimi, quando non nulli. La prima preoccupazione di Beppe Marotta e Piero Ausilio è trattenere i giocatori che fanno parte della rosa, ma il cui accordo con la società scadrà a giugno. La trattativa che sta andando avanti da più tempo è quella con Milan Skriniar. Lo slovacco ha preso tempo: ha sul tavolo una proposta da 6 milioni di euro netti più bonus, che non verrà ritoccata al rialzo. Il centrale ne ha chiesti 7 e le sue riflessioni non sono solo di carattere economico.

Ovvio che andando a scadenza sa di poter guadagnare qualcosa in più qualora dovessero farsi avanti club come il Psg (che in estate ha provato a strapparlo all’Inter senza successo) ma a preoccuparlo è soprattutto un progetto che in vista del prossimo anno potrebbe perdere Dumfries e non solo, sempre per le ragioni legate al bilancio che nelle passate stagioni hanno portato agli addii di Hakimi, di Lukaku (poi tornato alla base) e di Conte. A far scappare l’allenatore furono gli stessi motivi che stanno creando dei dubbi in Skriniar, Dzeko, De Vrij, tutti elementi importanti e con il contratto in scadenza. E’ un mercato in cui si cerca di vendere al meglio i giocatori che hanno richieste e poi si scommette. Per ora non c’è il rischio di perdere a zero il fresco campione del mondo Martinez. "Lautaro è molto legato all’Inter, voglio dire ai tifosi nerazzurri che un po’ del Mondiale argentino è anche loro – ha detto ieri l’agente Alessandro Camano –. Lui è un calciatore incredibile con una mentalità formidabile, con Lukaku ha fatto un calcio meraviglioso e con Dzeko, che è un grandissimo, anche. L’importante per lui è che l’Inter vinca". Già in passato è stato vicino al Barcellona, che ha ceduto col passare dei mesi avendo problemi economici anche peggiori di quelli con cui si confronta il club milanese.

Se dovesse andare via uno come il "Toro" Martinez potrebbe diventare più semplice pensare a Marcus Thuram, un anno e mezzo fa vicinissimo al trasferimento a Milano e poi frenato da un infortunio. Si libererà a zero, c’è anche il Bayern. Se i bavaresi faranno sul serio, non sarà semplice spuntarla.