Giovedì 20 Giugno 2024

Il club: "Non riguarda noi" Elliott: "Contenziosi frivoli"

Il fondo replica assieme ad Arena Investors: "E’ solo un tentativo di estrarre valore a cui BlueSkye non ha diritto"

Migration

Le acquisizioni non si sono svolte nella sede del Milan, ma negli uffici di alcuni professionisti che hanno curato la vendita, hanno precisato gli inquirenti della procura di Milano. E che in sede non si sia visto nessuno lo conferma anche il Milan: "Non abbiamo alcun commento sulla vicenda giudiziaria, non è una cosa che riguarda il Milan". Già nei mesi scorsi un portavoce di Elliott era, invece, intervenuto ricostruendo la vicenda e precisando che "dopo l’annuncio della vendita di AC Milan a RedBird, BlueSkye aveva avviato una serie di contenziosi ritenuti frivoli e vessatori in Lussemburgo e ora anche nella sede di New York". Elliott e il co-investitore Arena Investors - avevano spiegato ancora - di considerare questi sviluppi "nient’altro che un tentativo di estrarre un valore a cui BlueSkye non aveva nessun diritto".

E avevano aggiunto: "BlueSkye non possiede altro che una piccola partecipazione indiretta in Ac Milan, la cui stragrande maggioranza è costituita da capitale controllato e versato da Arena Investors, che a sua volta condanna fermamente e pubblicamente le azioni intraprese da BlueSkye".

Tanto che in un’intervista Dan Zwirn, ceo di Arena Investors, aveva detto di non comprenderne le ragioni "perché Elliott non ha fatto altro che aggiungere valore al club e le operazioni sono sempre state fatte in maniera trasparente e professionale".

Intanto, anche RedBird fa sapere di non essere in alcun modo coinvolta e che la situazione è circostanziata, cioè verte su un contenzioso solo tra Elliott e Blue Skye. Ora spetterà a inquirenti e investigatori analizzare le carte acquisite per vagliare l’ipotesi contenuta dell’esposto.