Venerdì 21 Giugno 2024

Crescendo Sinner Obiettivo quarti: c’è Tsitsipas

Australian Open, Jannik rimonta Fucsovics e sfida il greco n.4 Atp

Migration

Vittoria in rimonta e con il brivido per Jannik Sinner agli Australian Open dove approda di nuovo agli ottavi di finale. Per la prima volta l’altoatesino è riuscito a vincere un match con due set di svantaggio e tra la notte italiana e la mattina di domani ad attenderlo ci sarà il greco Stefanos Tsitsipas per la rivincita del quarto di finale dello scorso anno, vinto dal n. 4 al mondo. Sinner è riuscito sulla Margaret Court Arena ad avere la meglio di Marton Fucsovics, n. 78 al mondo con il punteggio di 4-6, 4-6, 6-1, 6-2, 6-0 in 3 ore e 36 minuti di gioco. Una partita dal doppio volto per l’altoatesino: malissimo nei primi due parziali (31 gratuiti per l’azzurro), in crescita nei tre set successivi. Fucsovics, che ha avuto palle break anche all’inizio del terzo set, cala alla distanza, concedendo il fianco all’italiano che ha chiuso in scioltezza. Per Sinner è la sesta qualificazione consecutiva agli ottavi di finale di uno Slam, l’ottava in tredici partecipazioni. "Non voglio fermarmi qui – dice il 21enne altoatesino – essere di nuovo negli ottavi è una bella cosa però ovviamente proverò ad andare avanti". Intanto, dopo Nadal, Ruud e Zverev, un altro big saluta gli Australian Open. Il russo Daniil Medvedev n.8 Atp è stato eliminato dallo statunitense Sebastian Korda in tre set 7-6, 6-3, 7-6. Una vera e propria caduta di campioni, che qualche tifoso via social già definisce ‘maledizione Break Point’, dalla serie Netflix i cui protagonisti – da Berrettini a Fritz – sono finora tutti o quasi usciti precocemente dal primo Slam dell’anno. E tra quei protagonisti, sottolineano maliziosi i tifosi italiani, c’è anche Tstitsipas. Che però vanta un 4-1 su Jannik nei precedenti.