Chris Smalling (Ansa)
Chris Smalling (Ansa)

Roma, 19 febbraio 2020 - Poche ore alla sfida di Europa League contro il Gent e la Roma sa che l'appuntamento è di quelli da non fallire. Tra i calciatori più attesi sicuramente Chris Smalling, uno che questo torneo l'ha vinto e che sa come approcciare al meglio alle sfide a eliminazione diretta. L'inglese ha rilasciato delle dichiarazioni riguardo la possibilità di riscattarsi in Europa League dopo il periodo complicato in campionato.

“La partita dopo è sempre quella perfetta per mettersi alle spalle un risultato negativo. In particolare le prossime due partite in casa, in due competizioni diverse, per cercare di ricominciare e ottenere risultati migliori rispetto a quanto ottenuto finora. Non è facile spiegare il perché di questi risultati, fino a Natale avevamo fatto molto bene, nell’ultimo mese la forma e i risultati sono precipitati. Anche noi giocatori ci siamo presi le nostre responsabilità. Abbiamo analizzato i problemi, dobbiamo lavorare per far sì che questo sia stato solamente un passaggio a vuoto”.

Problemi che si estendono anche al suo reparto, quello della difesa che non sembra avere più l'affidabilità di fine 2019. “Da difensore specialmente fa sempre male prendere molti gol, specialmente perché fino alle ultime 5 partite eravamo una squadra solida che prendeva pochi gol. Siamo consapevoli che dipende da noi questo momento, stiamo lavorando in allenamento, stiamo analizzando gli spezzoni di partita, questo è importante per migliorare individualmente e collettivamente. Continueremo a lavorare per prendere meno ed essere più efficaci noi in zona gol”.

Tra le possibili motivazioni del calo anche quella di essersi alleggeriti dopo la buona prestazione nel Derby con la Lazio. Sinceramente non credo. Quella è stata un’ottima prestazione, ma è stata un pareggio e abbiamo perso due punti. Quello su cui dobbiamo lavorare è mantenere una continuità di rendimento e dobbiamo avere la mentalità di vincere un trofeo. Qui non si vince da tanto, dobbiamo capire l’opportunità che abbiamo e quanto sarebbe importante vincere un trofeo in una città come questa”.