Mercoledì 19 Giugno 2024
MANUEL MINGUZZI
Altri Sport

Skeleton, Bagnis nella storia: prima medaglia mondiale individuale per l’Italia

L’azzurro è vice campione mondiale di Skeleton, la sua è la prima medaglia individuale della storia dello Skeleton: vince il britannico Weston

Amedeo Bagnis

Amedeo Bagnis

St. Moritz, 27 gennaio 2023 - E anche lo skeleton azzurro si prende il suo momento di gloria. Amedeo Bagnis è il primo atleta della storia italiana a conquistare una medaglia mondiale individuale. L’azzurro ha infatti vinto la medaglia d’argento nella rassegna iridata di St. Moritz alle spalle del britannico Matt Weston, ottenendo un pezzo di storia dello skeleton azzurro che conta la prima medaglia olimpica di sempre 75 anni fa con Nino Bibbia.  

Bagnis secondo con una grande quarta manche

Amedeo Bagnis nella storia, grazie soprattutto ad una sontuosa quarta manche. Nella prima giornata, dopo due manche, l’azzurro era già secondo alle spalle di Weston, ma nella seconda giornata, soprattutto nella quarta decisiva manche, ha dovuto rintuzzare gli attacchi al podio del coreano Jung e dei britannici Thompson e Wyatt. Alla fine Weston ha prevalso con 1”79 su Bagnis che è stato autore di una prova di grande coraggio e concretezza, utile a difendere la seconda piazza da Jung, alla fine terzo e staccato di 67 centesimi davanti a Thompson, fuori dal podio per un centesimo, e Wyatt, alla fine quinto. Curiosa la storia di Bagnis, 23enne di Casale Monferrato, che si è avvicinato allo skeleton solo quattro anni fa dopo un periodo giovanile vissuto nell’atletica leggera e in particolare nei 400 metri, mostrando però subito buone doti con il bronzo ai mondiali juniores nel 2022 e l’undicesimo posto alle Olimpiadi di Pechino.

Leggi anche - Sci, la coppa del mondo maschile torna a Cortina dopo 33 anni