Lunedì 24 Giugno 2024
MANUEL MINGUZZI
Altri Sport

Mondiali di curling, Italia è ai playoff per la prima volta

Il team di Costantini batte la Svezia nell'ultimo turno di round robin e ottiene la qualificazione alla fase a eliminazione diretta: è la prima volta nella storia

Stefania Constantini

Stefania Constantini

Stoccolma, 24 marzo 2023 - Per la prima volta nella storia la nazionale femminile di curling si è qualificata alla fase a eliminazione diretta di un mondiale. Merito del quartetto formato da Stefania Constantini (Fiamme Oro), Marta Lo Deserto (Fiamme Gialle), Angela Romei (Fiamme Gialle) e Giulia Zardini Lacedelli (Curling Club Dolomiti) che ha battuto ogni record nazionale al round Robin nella rassegna iridata in corso di svolgimento a Sandviken in Svezia, conquistando l’accesso ai playoffs che prevedono un turno di qualification games per accedere alle semifinale. La qualificazione per le azzurre è arrivata grazie al successo odierno sulla Svezia.

Prima volta ai playoffs

Decisivo il successo di oggi per 7 a 3 contro le padrone di casa della Svezia, un risultato che ha permesso all’Italia di raggiungere lo score di sette vittorie e cinque sconfitte. Mai la nazionale femminile aveva ottenuto così tanti successi ad un mondiale e infatti è arrivata la qualificazione ai playoffs che permetterà alle azzurre di sognare qualcosa di più. Il risultato storico è stato sofferto, perché la sconfitta al mattino all’extra end per 6-5 contro la Norvegia ha poi costretto le azzurre a dover vincere l’ultima partita del round robin contro la Svezia. Detto-fatto. In una partita determinata tra il terzo e il quarto end con la fuga azzurra sul 4-1, l’Italia è poi riuscita ad amministrare il vantaggio salendo prima 6-3 all’ottavo end e poi chiudendo 7-3 al nono. L’Italia dunque ha ottenuto matematicamente l’accesso alle prime sei posizioni, su quattordici squadre, che significa qualificazione al turno successivo. Per sapere l’avversario di domani bisognerà attendere le ultime partite per stabilire, oltre alla Svizzera prima, chi sarà la squadra a ottenere il secondo posto che vale l’accesso diretto alle semifinali. L’Italia dovrà infatti passare ora da un turno preliminare che coinvolgerà le squadre dal terzo al sesto posto con orario di gioco fissato per sabato 25 marzo alle ore 10. Le semifinali, invece, inizieranno alle ore 16. Si tratta di un risultato eccezionale da parte delle azzurre che mai si erano spinte così avanti e che venivano dal decimo posto della scorsa edizione. Il difficile, e il bello, viene ora, considerando che i risultati di Svezia-Danimarca e Norvegia-Germania stabiliranno la classifica definitiva. Tra le qualificate ai playoffs, l’Italia ha battuto nel robin Giappone e Svezia mentre è stata sconfitta da Norvegia, Canada e Svizzera, quest’ultima non ha ancora perso una partita in questo Mondiale ma le elvetiche sono già in semifinale e non incroceranno alle qualification games le azzurre. Indipendentemente dal risultato finale, l’Italia guidata da Stefania Constantini resterà comunque nella storia per questa prima storica qualificazione, con la skip azzurra che, ricorderete, ha vinto la medaglia d’oro olimpica con Amos Mosaner nella prova a squadre mista. Il curling italiano non è più uno sport sconosciuto e di nicchia, anzi si sta conquistando uno spazio importante anche oltre i confini nazionali. Non solo questa storica qualificazione mondiale delle ragazze, ma anche medaglie. Agli Europei 2022 la nazionale maschile chiuse con una incredibile medaglia di bronzo, vittoria in finalina sulla Svezia, mentre quella femminile venne fermata appena fuori dal podio con il quarto posto nella finalina persa contro la Scozia 9-5

Leggi anche - Curling, l'Italia maschile è bronzo europeo