Lunedì 24 Giugno 2024

Golf, Day torna alla vittoria

Dopo oltre cinque anni e tante difficoltà Jason Day è tornato alla vittoria conquistando l'AT&T Byron Nelson, gara del calendario del PGA Tour

Jason Day

Jason Day

Epilogo: 1.835 giorni intercorsi dall'ultimo successo per Jason Day. Un calvario condto da difficoltà dentro e fuori dal green. L'australiano ha interrotto il digiuno in Texas, con un totale di 261 (64 69 66 62, -23) colpi, conquistando l'AT&T Byron Nelson. Lo ha fatto superando di misura il sudcoreano Si Woo Kim e l'americano Austin Eckroat, entrambi secondi con 262 (-22). Mentre Scottie Scheffler, numero 2 mondiale, si è classificato 5° con 264 (-20) dietro pure al taiwanese Pan Cheng-tsung, con 263 (-21). A McKinney niente da fare, dunque, per Scheffler. Che ha sprecato la possibilità di tornare sul trono mondiale.

Trionfo tra le lacrime e con dedica alla mamma Adenal, scomparsa nel 2022 per un male incurabile. Non ha trattenuto l'emozione, al termine della gara, Day. Che con questa affermazione si è messo alle spalle anni durissimi. "Non lo nascondo, ho pensato più volte di smettere. Vedere soffrire mia madre per cinque anni, combattere con infortuni e risultati al di sotto delle attese, è stata dura. Non l'ho mai detto a mia moglie Ellie, ma ho dovuto fare i conti con un periodo interminabile, terribile", lo sfogo liberatorio di Day. L'australiano, ex numero 1 al mondo e campione Major (nel 2015 ha fatto suo il PGA Championship), ha festeggiato il 13° titolo sul PGA Tour in 326 apparizioni. E ci è riuscito grazie a una grande rimonta nel round finale dove, con un parziale di 62 (-9) colpi, frutto di 9 birdie, senza bogey, è risalito dalla 4/a posizione prendendosi l'intera posta in palio. L'exploit gli ha fruttato 1.710.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 9.500.000. E gli ha permesso di risalire dalla 35/a alla 20/a posizione nel ranking mondiale.

Prologo: Il PGA Tour si sposta in Texas dove, dall'11 al 14 maggio, andrà in scena l'AT&T Byron Nelson. A McKinney, sul percorso del TPC Craig Ranch, Scottie Scheffler inseguirà il terzo successo del 2023 dopo quelli arrivati rispettivamente al Phoenix Open e nel The Players Championship.

Numero 2 mondiale, approfitterà dell'assenza di Jon Rahm (leader del world ranking) e di tutto il resto della Top 10 per provare a riprendersi il trono. E' un torneo speciale, questo, per Scheffler. Che proprio qui, nel 2014, fece il suo debutto sul PGA Tour. Scheffler dovrà però fare i conti anche e soprattutto con Lee Kyoung-hoon. Il sudcoreano ha vinto l'AT&T Byron Nelson sia nel 2021 che nel 2022 e ora punterà a diventare il primo giocatore dai tempi di Leonard Gallett (1929 e 1933 Wisconsin PGA e 1934 Wisconsin Section Championship) a far registrare i primi tre successi sul circuito nello stesso appuntamento.

Curiosità: le ultime tre edizioni della rassegna sono state vinte sempre da un sudcoreano. Perché se nel 2020 l'evento fu annullato per Covid-19, nel 2019 a imporsi fu Kang Sung-hoon, ora in cerca del bis. Tra i big più attesi ecco inoltre gli australiani Jason Day e Adam Scott. E ancora: l'inglese Tyrrell Hatton, il giapponese Hideki Matsuyama e gli americani Matt Kuchar e Tom Hoge. Il montepremi complessivo è di 9.500.000 dollari (1.710.000 la prima moneta)