Lunedì 24 Giugno 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Altri Sport

Tour de France 2024, si scrive la storia: partenza da Firenze e arrivo a Nizza

Per la prima volta la Grande Boucle rinuncia agli Champs-Élysées nell'edizione dedicata a Ottavio Bottecchia

Il logo del Tour de France (Ansa)

Il logo del Tour de France (Ansa)

Roma, 2 dicembre 2022 - Nel panorama sportivo il Tour de France spicca sempre tra gli eventi più speciali ed esclusivi, ma l'edizione 2024 rischia di superare di gran lunga le precedenti per due particolarità uniche e storiche.

I dettagli

Si comincia dall'arrivo: per la prima volta in assoluto non Parigi, ma Nizza. A causa della concomitanza con le Olimpiadi nella Capitale salta quindi l'abituale passerella sugli Champs-Élysées, sostituiti da una città comunque legata a doppia mandata con il mondo del ciclismo transalpino: quasi come un immaginario passaggio di consegne, basti pensare alla Parigi-Nizza, da sempre antipasto della Grande Boucle. Nell'edizione 2024 ci sarà però anche tanta Italia e anche qui guai a parlare di consuetudine, pensando alla rivalità sempre forte tra i due principali Grandi Giri: il Tour infatti partirà da Firenze - per la precisione da Piazzale Michelangelo - per poi vivere qualche frazione verosimilmente tra (appunto) Toscana, Emilia-Romagna e Piemonte. La scelta degli organizzatori della Grande Boucle non è casuale: l'obiettivo, nel 2024, sarà celebrare i 100 anni dalla prima vittoria italiana al Tour, firmata da Ottavio Bottecchia che, curiosamente, in quell'edizione fu anche il primo corridore a indossare la maglia gialla dalla prima all'ultima tappa.

Leggi anche - Tirreno-Adriatico 2023, il percorso e le tappe