Lunedì 20 Maggio 2024

Chamizo positivo al test antidoping, tolto il bronzo conquistato ai Mondiali 2022

Il lottatore italiano - terzo alle Olimpiadi di Rio 2016 - ha patteggiato una squalifica di tre mesi, già scontata

Frank Chamizo

Frank Chamizo

Roma, 15 marzo 2023 - Il lottatore Frank Chamizo è risultato positivo a un test antidoping e ha perso, in conseguenza di un patteggiamento, il bronzo conquistato ai Mondiali svoltisi nel settembre del 2022 in Serbia. L'atleta italiano ha patteggiato una squalifica di tre mesi, già scontata. La medaglia iridata è stata così assegnata al turco Soner Demirtas.

Il campione italo-cubano (bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016), che in quell'occasione era salito per la quarta volta in carriera sul podio iridato dopo i titoli di Las Vegas 2015 e Parigi 2017 e l'argento di Nur-Sultan 2019, è risultato positivo a un test antidoping eseguito dall'Ita (International Testing Agency) fuori dalle competizioni e lontano dall'evento.

Sul caso è intervenuta la Federazione italiana judo, lotta, karate e arti marziani: "Rispettiamo i regolamenti e le decisioni, ma al contempo riteniamo sia giusto dire che la gara di Chamizo non era stata in alcun modo influenzata dall'uso di sostanze - è la precisazione che arriva dalla Fijlkam -. La Uww, a seguito di approfondita istruttoria dopo la segnalazione da parte dell'agenzia indipendente Ita, ha verificato che la positività era dovuta al consumo di una sostanza di abuso a scopo ricreativo, avvenuto lontano dalle gare (tanto che la quantità trovata era molto bassa) e ha comminato la pena minima di 3 mesi che si è esaurita lo scorso mese di gennaio. Tant'è che l'atleta ha già da tempo ripreso la preparazione in vista degli imminenti Europei di Zagabria. Pur non volendo giustificare l'uso di tale sostanza da parte dell'atleta e ritenendo che vada sempre e comunque preservata l'etica dello sport, risulta chiaro tuttavia che il caso di Chamizo ci pone in presenza di un errore umano. Ci è d'obbligo, inoltre, sottolineare che Chamizo ha raggiunto grandi risultati senza mai aver ricorso ad aiuti esterni ed illeciti".