Thibaut Pinot (Ansa)
Thibaut Pinot (Ansa)

Tourmalet, 20 luglio 2019 - La tappa 14 del Tour de France 2019 emette una prima sentenza: Julian Alaphilippe può davvero vincere la Grande Boucle. La maglia gialla oggi ha infatti passato l'esame Tourmalet, arrivando secondo a 6'' da Thibaut Pinot, che scollina per primo sul Gigante dei Pirenei e prova a rientrare in gioco per il successo finale. Chi invece esce ridimensionato è Geraint Thomas, che si pianta negli ultimi 600 metri e arriva al traguardo con 36'' di ritardo. Va anche peggio a Nairo Quintana, che perde 3'23'' e abbandona definitivamente le velleità di classifica generale, così come Adam Yates e Romain Bardet, letteralmente alla deriva.

Tour de France 2019, oggi tappa 15. Orari tv, favoriti, percorso, altimetria

La tappa di oggi

I 117 km da Tarbes al Tourmalet emetteranno importanti verdetti in ottica classifica generale. Ci sono pure però le ambizioni di vittoria di una frazione prestigiosa: va letta in tal senso l'azione che nasce sulla Cote de Lambatmale che vede protagonisti Vincenzo Nibali, Matej Mohoric (Bahrain-Merida), Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), Alexis Vuillermoz (AG2R-La Mondiale), Matthieu Ladagnous (Groupama-FDJ), Carlos Verona (Movistar), Luis Leon Sanchez (Astana), Sergio Henao (UAE Team Emirates), Lennard Kamna (Sunweb), Tim Wellens (Lotto-Soudal), Lilian Calmejane, Romain Sicard, Rein Taaramee (Total Direct Energie), Ilnur Zakarin, Marco Haller (Katusha-Alpecin), Guillaume Martin (Wanty-Groupe Gobert) e Elie Gesbert (Arkea-Samsic). Sul Col du Soulor (11,9 km al 7% di pendenza media) gli attaccanti hanno 3' di vantaggio su un gruppo tirato dalla Movistar, la cui azione manda in crisi Adam Yates, Fabio Aru e Romain Bardet, con in particolare quest'ultimo che va alla deriva. Il secondo GPM di giornata fa una forte scrematura anche sul gruppo di testa, visto che restano al comando i soli Nibali, Wellens e Gesbert: poco prima dell'inizio del Tourmalet (19 km al 7,4%, con punte dell'11%) i 3 vengono ripresi da un drappello di ex compagni di fuga, dal quale si avvantaggia in solitaria Sicard, la cui azione termina a 10 km dal traguardo.

VIDEO: L'ULTIMO CHILOMETRO

Oltre a un Bardet ormai alla deriva, le prime vittime del Gigante dei Pirenei sono Daniel Martin e Adam Yates, che a fatica aveva ricucito il precedente strappo. Ad andare in difficoltà è poi Nairo Quintana, che paga il forcing della sua stessa squadra, mentre vola Warren Barguil, che tenta un'accelerata così come il tandem David Gaudu-Thibaut Pinot. Il duo della Groupama-FDJ fa staccare Enric Mas, Jakob Fuglsang e soprattutto Geraint Thomas, che perde 36''. Resistono invece Mikel Landa, Egan Bernal, Steven Kruijswijk e soprattutto Julian Alaphilippe, che consolida ulteriormente la sua maglia gialla e rinforza la sua candidatura per il successo finale. Prova a rientrare in gioco Pinot, che scollina per primo sul Tourmalet proprio davanti al fenomeno della Deceuninck-Quick-Step: la Francia sogna ad occhi aperti la rottura di quell'incantesimo che dura dal 1985.

VIDEO: LA VITTORIA DI PINOT

Ordine d'arrivo della tappa 14

1) T. Pinot (GFC) in 3h10'20''
2) J. Alaphilippe (DQT) +6''
3) S. Kruijswijk (TJV) +6''
4) E. Buchmann (BOH) +8''
5) E. Bernal (INS) +8''
6) M. Landa Meana (MOV) +14''
7) R. Uran (EF1) +30''
8) G. Thomas (INS) +36''
9) W. Barguil (PCB) +38''
10) J. Fuglsang (AST) +53''
19) F. Aru (UAD) +3'33''

Classifica generale Tour de France 2019

1) J. Alaphilippe (DQT) in 56h11'29''
2) G. Thomas (INS) +2'02''
3) S. Kruijswijk (TJV) +2'14''
4) E. Bernal (INS) +3'00''
5) E. Buchmann (BOH) +3'12''
6) T. Pinot (GFC) +3'12''
7) E. Uran (EF1) +4'24''
8) J. Fuglsang (AST) +5'22''
9) A. Valverde (MOV) +5'27''
10) E. Mas (DQT) +5'38''
20) F. Aru (UAD) +11'19''

false