Mercoledì 24 Aprile 2024

Antonella Palmisano per l’8 marzo: “Parità? Non c’è ancora, noi dobbiamo sempre dimostrare di più”

Intervista alla campionessa della fatica, oro olimpico nella 20 chilometri di marcia a Tokyo: a Parigi punta al bis

La marciatrice Antonella Palmisano, atleta delle Fiamme Gialle

La marciatrice Antonella Palmisano, atleta delle Fiamme Gialle

Roma, 8 marzo 2024 – Oro olimpico a Tokyo nella 20 chilometri di marcia, Antonella Palmisano è già nella storia. I Giochi di Parigi potrebbero portarla nel mito. Ma intanto ha dovuto superare un lungo infortunio e si è scelta come allenatore... il marito Lorenzo Dessi.

La marcia è l’emblema della fatica, e per di più i suoi interpreti trovano un’ampia visibilità quasi solo ai Giochi. Come vive la sua condizione di campionessa di questa disciplina?

"Devo ammettere che una vera parità con gli uomini non c’è ancora. Io da dieci anni a questa parte ho sempre portato medaglie all’Italia, eppure si continua a guardare con maggiore attenzione alle competizioni maschili. Io gareggio sempre per me stessa, ma è come se dovessi sempre dimostrare qualcosa, e non so quanto sia giusto".

Perché proprio la marcia?

"Sono nata e cresciuta in un piccolo paese, Mottola, dove a stento si riusciva a fare sport in una palestra. Non c’erano alternative, c’era la strada per fare moto. Io già da piccola non riuscivo a stare ferma. La marcia, più che la corsa, mi ha fatto provare naturalezza. E’ il mondo in cui sono riuscita a esprimermi".

Come procede la preparazione accanto al compagno di vita?

"I primi due mesi sono stati difficili, scindere i ruoli tra casa e professione non è stato immediato. Lorenzo, poi, giustamente voleva dare la sua impronta sul lavoro quotidiano e io sono pure una un po’ testarda, che non prende ordini... Ma poi ci siamo sintonizzati e capiti, ora va molto meglio (sorride, ndr). Se la strada intrapresa è quella giusta lo vedremo in aprile in Repubblica Ceca, con un test che potrà dirci molto verso Parigi. 

Come ci si approccia alle Olimpiadi da campionessa in carica?

"Con aspettative molto alte, proporzionali però anche all’autostima. Aver vinto a Tokyo ti dà la misura di quello che puoi riuscire a fare. Il secondo oro non è un’ossessione, certo farò di tutto per provare a prendermelo. Alle Olimpiadi di tre anni fa ero arrivata con tanti punti interrogativi. Quei problemi di approccio li ho superati”. A Tokyo ci fu l’incredibile doppietta d’oro della marcia con Massimo Stano, pugliese come lei e vincitore della 20 km maschile. Ai prossimi Giochi c’è la possibilità di gareggiare insieme in una staffetta mista che fa sognare. “Come me, Massimo vuole riconfermarsi. E’ un valore aggiunto della nostra marcia. Continua a stuzzicarmi, mi stimola a fare di più. ‘Tu sei in grado?’, mi chiede scherzando quando ci vediamo o sentiamo, riferendosi alla staffetta. Ma poi c’è anche Francesco Fortunato a giocarsi un posto”. Com’è la vita di una marciatrice? “Posso dire che la giornata è tutta incentrata sull’allenamento. Che non è solo quello in strada o in pista, di tre o quattro ore al giorno. Ci sono le sedute di mobilità articolare, di stretching. Anche il riposo è programmato, come tutta l’alimentazione”. L’anno scorso è arrivato un bronzo al limite dell’incredibile ai Mondiali di Budapest, sempre nella 20 chilometri, dopo un infortunio che poteva mettere in dubbio il suo futuro agonistico. “L’anno dopo Tokyo ho subito un intervento al ‘Rizzoli’ di Bologna, per rimuovere le fibre che ostruivano il passaggio del nervo sciatico. Un’operazione necessaria, visto che per lunghissimo tempo ero rimasta inattiva, senza alternative. Ma poi il problema si è ripresentato nella primavera del 2023, e davvero non credevo di poter arrivare a quella medaglia pochi mesi dopo a Budapest. In gara sono pure caduta, ed è stato un fatto legato ancora a quel problema fisico. Ma mi sono rialzata, l’adrenalina mi ha portato fino al podio. In quel momento è iniziato un percorso ancora nuovo per me. Questo problema devo continuare a gestirlo, e so di poterlo fare”.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su