Stupra due donne a Roma: arrestato un 32enne accusato di violenza e rapina

Una 40enne è stata aggredita per strada e abusata nella sua auto alla Garbatella. Il secondo episodio ad Anzio: una 18enne violentata in un casolare

Roma, 21 dicembre 2023 – È accusato di violenza sessuale e rapina il 32enne nigeriano arrestato ieri sera a Roma. Due le vittime delle brutali aggressioni dell’uomo, che ora si trova in carcere in regime di custodia cautelae. 

La prima vittima è una 40enne violentata l’anno scorso fuori da un ristorante della Garbatella: la donna era appena uscita dal locale per prendere qualcosa nella sua auto, lui l’ha aggredita picchiandola per poi abusare di lei. Poi c’è stata lo scorso maggio una 18enne, stuprata in un casolare ad Anzio.

Le indagini

Le indagini della Squadra Mobile capitolina hanno avuto una svolta significativa dopo il fermo dell'uomo a luglio per la violenza commessa ad Anzio. Gli investigatori hanno riscontrato forti analogie nel ‘modus operandi’ utilizzato nei due episodi, ricostruiti anche grazie alla collaborazione delle vittime e alle perizie della scientifica, che hanno permesso di attribuire entrambe le violenze sessuali al 32enne.

Lo stupro della Garbatella

I fatti risalgono alla notte del 30 settembre del 2022, la vittima dello stupro è una donna di 40 anni stava trascorrendo una serata con degli amici in un locale della Garbatella. Intorno alla 23.30, la donna decide di uscire dal ristorante. “Esco a prendere una cosa in auto e torno, ci metto pochi secondi”, dice la 40enne ad una amica e si avvia verso la macchina che aveva parcheggiato poco distante, una manciata di metri dall'ingresso del locale.

Pochi passi a piedi, le chiavi in mano per aprire la vettura, ma all'improvviso viene avvicinata alle spalle da uno sconosciuto che forse l'aveva seguita dopo averla vista uscire dal locale. L'uomo strattona la vittima e la costringe con la forza ad entrate nell'abitacolo.

Ne nasce una colluttazione, abusa di lei e si dà alla fuga. Nel frattempo l'amica, non vedendola tornare, si insospettisce ed esce dal locale per cercarla: la trova, pochi istanti dopo, in lacrime e in evidente stato di choc.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui