Mercoledì 24 Aprile 2024

Scuole, firmato il protocollo tra Mim e Acea. Valditara: “Acqua risorsa essenziale”

Un progetto educativo triennale che rappresenta una “novità in ambito europeo”, sottolinea l’Ad Palermo. Quiz, intelligenza articiciale e contest per sensibilizzare i giovani sull’uso sostenibile dell’acqua

Roma, 28 febbraio 2024 – Sottoscritto il protocollo di intesa tra il Ministero del Merito e Acea, un progetto educativo che punta alla formazione sui valori della salvaguardia e dell'uso consapevole dell'acqua.

"L'acqua è essenziale per la sicurezza alimentare e la tutela dell'ecosistema”, dice il ministro Giuseppe Valditara. “Vogliamo partire dalle scuole – aggiunge – per affermare l'importanza di questa risorsa fondamentale affinché i ragazzi si abituino a farne un uso consapevole e oculato. Avere cura delle risorse naturali è un tassello fondamentale dell'educazione civica e ringrazio Acea per il suo decisivo apporto a questo progetto".

Il ministro Giuseppe Valditara ha firmato il protocollo d'intesa sull'acqua con Acea
Il ministro Giuseppe Valditara ha firmato il protocollo d'intesa sull'acqua con Acea

Protocollo triennale: cosa prevede

Oggi il ministro Giuseppe Valditara e Fabrizio Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Acea – la holding romana che si occupa di energia e ambiente – hanno sottoscritto un ‘Protocollo d'intesa triennale’ per promuovere attività per l'educazione a un corretto utilizzo delle risorse idriche negli istituti primari e secondari di I grado.

Acea metterà a disposizione a livello nazionale il know-how e le competenze sviluppati in oltre venti anni di lavoro al fianco di studenti e insegnanti delle scuole romane.

Il progetto per le scuole

Il progetto educativo ha come obiettivo la formazione e l'informazione sui valori della salvaguardia e dell'uso consapevole dell'acqua. Saranno approfondite le tematiche legate al ciclo idrico (captazione, distribuzione e qualità dell'acqua); agli utilizzi negli ambiti industriale, agricolo e domestico; all'approvvigionamento e al riuso; alle infrastrutture, come acquedotti e dighe; all'applicazione dell'innovazione tecnologica e dell'Intelligenza Artificiale nella gestione ottimale del sistema idrico.

IA, quiz e contest

Il Protocollo prevede tra l'altro format e quiz interattivi, materiali video e fotografici destinati agli studenti per illustrare tutte le fasi operative del ciclo idrico e anche sessioni specifiche di formazione destinate ai docenti. Verrà inoltre promosso un contest dedicato al ‘Tema dell'acqua, quale risorsa’.

Acea: “Novità in ambito europeo”

"Acea si impegna nello sviluppo di un progetto che considera di grande valore poiché contribuisce a sensibilizzare le nuove generazioni sui temi della sostenibilità ambientale, della tutela e del corretto utilizzo della risorsa idrica", dice Fabrizio Palermo, Ad e direttore generale di Acea.

"L'accordo costituisce una novità in ambito europeo – aggiunge – poiché vede un'azienda come Acea, primo operatore idrico nazionale, porre la propria esperienza al servizio dell'azione educativa del Ministero dell'Istruzione e del Merito”.

Non solo. “L'iniziativa di oggi conferma anche l'impegno che Acea ha assunto con l'introduzione della Carta della Persona, che mette al centro il cittadino come destinatario dei servizi pubblici essenziali. È necessario un maggior coinvolgimento dei giovani per affermare la cultura dell'uso sostenibile dell'acqua affinché, adottando stili di vita rispettosi, si possa incidere sul cambiamento climatico, formando i cittadini di domani”, conclude l’Ad di Acea, Fabrizio Palermo.