Giovedì 23 Maggio 2024

Petardo contro la sede del Pd a Roma: scritte anarchiche a favore di Cospito

Una bomba carta è stata gettata all'interno del circolo di via Catanzaro rompendo i vetri della finestra. I dem: "Non ci lasceremo mai intimidire"

Circolo Pd Lanciani di Roma, scritte e bomba carta contro la sede

Circolo Pd Lanciani di Roma, scritte e bomba carta contro la sede

Roma, 13 marzo 2023 - "Stanotte è stata vandalizzata la sede del nostro circolo. Una bomba carta è stata gettata all'interno rompendo i vetri della finestra. Chi usa la violenza contro le sedi democratiche è nemico della democrazia. Ma noi non ci faremo intimidire. Continueremo il nostro lavoro. Perché i principi della Repubblica enunciati nella nostra Costituzione sono e saranno sempre la nostra bussola. Si al confronto delle idee. No alla violenza. Con chi ha a cuore i valori costituzionali ci vediamo presto a via Catanzaro". Lo scrive su Facebook lo stesso circolo Pd 'Italia-Lanciani' di via Catanzaro, pubblicando alcune foto dei danni provocati dall'azione. Non ci sono stati feriti.

Sui muri intorno al circolo non lontano da piazza Bologna sono comparse anche le scritte «Stop 41 bis», «Alfredo Libero» - in riferimento all'anarchico detenuto Alfredo Cospito - oltre ad insulti contro il Partito Democratico. Sulla vicenda a lavoro gli uomini della Digos e del commissariato Porta Pia. Sul posto la Scientifica per i rilievi. 

Sempre sui social la denuncia di Cecilia D'Elia: "Stanotte un attacco vile ha colpito il circolo Pd a cui sono iscritta, Italia Lanciani. Tutta la mia solidarietà al segretario Vittorio Infante, alle altre iscritte e agli iscritti, ai giovani democratici. So che non ci lasceremo mai intimidire. Noi ci siamo, solo qualche domenica fa tante e tanti sono venuti a votare alle primarie nella nostra sede e nel gazebo in piazza Bologna. Ci siamo rimessi in cammino e non ci faremo fermare da chi usa la violenza per colpire il nostro impegno". 

Tra i molti messaggi di condanna al gesto anche una nota del presidedente della Regione Lazio, Francesco Rocca: "Solidarietà al Partito democratico e al Circolo Pd Lanciani per il vile attacco subìto questa notte. La violenza non può rappresentare mai la strada per imporre le proprie idee. Esprimo condanna per ogni aggressione e forma di intimidazione, da parte mia e della Regione Lazio".

''Condanniamo questo atto e abbiamo massima fiducia nelle indagini della Polizia. Attaccare la sede di un partito è attaccare la democrazia''. Così la presidente del II municipio di Roma Francesca Del Bello dopo il blitz contro il circolo del Pd. Un episodio che, dice Del Bello, ''ricorda quello dello scorso agosto contro il murale dedicato alla memoria dei giudici Falcone e Borsellino nei giardini di piazza Bologna. Si tratta di un attacco ai luoghi che rappresentano la partecipazione democratica alla vita dello Stato'', sottolinea la minisindaca del municipio.