Giovedì 25 Luglio 2024

Roma, incendio appiccato prima dello sfratto in una palazzina a Morlupo: un arresto

Con un liquido infiammabile ha dato fuoco alle porte di tre appartamenti. Il gesto folle dell'uomo, 53 anni, sarebbe legato a problemi economici

Vigili del fuoco, incendio (immagini di repertorio)

Vigili del fuoco, incendio (immagini di repertorio)

Morlupo (Roma), 10 febbraio 2023 - Dodici famiglie evacuate per l'incendio divampato in una palazzina a Morlupo (Roma) che sarebbe di natura dolosa. Poteva trasformarsi in tragedia il gesto folle di un uomo di 53 anni, originario di Napoli, arrestato ieri dai carabinieri della stazione di Castelnuovo di Porto è accusato di incendio doloso aggravato. 

Qualcuno, utilizzando del liquido infiammabile, aveva dato fuoco alle porte di ingresso di tre appartamenti di una palazzina e ad un garage non attiguo alle abitazioni e solo l'immediato intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco ha consentito di evacuare in tempo l'intero stabile e mettere in salvo 12 famiglie.  

L'immobile è stato avvolto da un fitto fumo salito fino al terzo piano. Ma per fortuna le fiamme non si sono propagate all'interno dell'edificio, dove erano state piazzate anche delle taniche di benzina ed altri materiali altamente infiammabili, oltre alla bombola del gas presente nell'autorimessa. 

Le indagini dei carabinieri hanno stretto il cerchio intorno al 53enne e, da quanto emerso, i motivi del gesto "sarebbero da ricondurre al fatto che l'uomo, con problemi economici, proprio nella mattinata odierna avrebbe dovuto essere sfrattato per morosità". Il 53enne è stato associato al carcere di Rebibbia, dove rimarrà a disposizione dell'autorità giudiziaria, che provvederà a fissare l'udienza di convalida.