Venerdì 12 Aprile 2024

Salvini a Belve: “Ho ancora tanto da dare e nessuno sfida la mia leadership”. Vannacci? “Possibile candidato”. E Meloni e fidanzata “sono due faine”

Anticipazioni dell’intervento del vicepremier e leader della Lega alla trasmissione di Francesca Fagnani su Rai 2

Matteo Salvini ospite alle Belve

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini durante la trasmissione televisiva Belve, in onda su Rai Due, Roma 28 marzo 2024. ANSA/FABIO FRUSTACI

Roma, 2 aprile 2024 – Parla di questioni politiche, come il generale Vannacci possibile candidato della Lega alle Europee, ma anche di partite più personali, come quelle a burraco con la premier Giorgia Meloni e la fidanzata Francesca Verdini. A cui non risparmia battute come: “Sono due faine e odiano perdere”. Sono alcune delle anticipazioni dell’intervento del leader della Lega e ministro dei Trasporti Matteo Salvini ospite della trasmissione Belve di Francesca Fagnani su Rai 2 che andrà in onda questa sera.

“Ho ancora tanto da dare”

“Io penso di avere ancora tanto da dare, ho voglia, idee, tempo...Poi persone in gamba ce ne sono, ma li lascio aspettare un attimo". Ha detto Salvini in merito alla sua leadership nella Lega. Quanto al congresso della Lega, il vicepremier fa sapere che si terrà “entro l'autunno, certo. L'ultima roba che voglio è sembrare incollato alla poltrona”. Tornado sulla leadership, alla domanda se qualcuno si sia fatto avanti, Salvini risponde: “no”

“Condivido le battaglie sulla libertà di Vannacci”

“Con Giorgia stiamo costruendo un'amicizia. Ogni tanto la sera gioca a burraco con la mia fidanzata. Sono due faine e odiano perdere”, è una delle battute di Salvini. Parlando della candidatura del generale Vannacci alle Europpe invece dice “ci stiamo ragionando”. Alla domanda di Fagnani “lei lo direbbe mai che le persone omosessuali non sono normali, ad esempio?” Il vicepremier risponde: “No, infatti ho detto che condivido le sue battaglie sulla libertà di pensiero ma per me uno può essere omosessuale, eterosessuale, transessuale, bisessuale, polisessuale… l'ultima delle mie intenzioni è entrare nella vita privata della persone”. E alla domanda da quanto tempo non sentisse l’ex leader della Lega Nord Umberto Bossi: “Da troppo, e di questo mi dispiaccio, è una delle mie colpe...”.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui