Venerdì 14 Giugno 2024

Omofobia, Tajani: “Italia in prima linea contro ogni discriminazione”

Il vicepremier e ministro degli Esteri ha incontrato i dipendenti Lgbti della Farnesina: “I diritti umani sono universali e inviolabili. Vogliamo una società inclusiva e rispettosa delle diversità”

Roma, 17 maggio 2024 – Nella Giornata mondiale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia (Idahot), dedicata quest'anno al tema "No one left behind: equality, freedom and justice for all", il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri Antonio Tajani ha voluto incontrare i rappresentanti dell'Associazione "Globe Mae", rete costituita da dipendenti Lgbti della Farnesina. Lo rende noto un comunicato.

Il ministro degli Esteri, Antonio Tajani
Il ministro degli Esteri, Antonio Tajani

Nel corso dell'incontro, Tajani ha ricordato come "la lotta contro ogni forma di discriminazione sia parte integrante dell'impegno dell'Italia per la protezione e la promozione dei diritti umani a livello internazionale, in ambito Nazioni Unite, Unione europea e Consiglio d'Europa".

"I diritti umani sono universali e inviolabili e devono essere sempre garantiti a tutti, senza distinzioni o discriminazioni", ha proseguito Tajani, ribadendo "il vivo auspicio che le relazioni consenzienti fra persone adulte del medesimo sesso siano depenalizzate in tutti i Paesi del mondo".

La lotta contro le discriminazioni - ha concluso il vicepremier - "è un impegno fondamentale del governo e rappresenta un aspetto fondamentale nella costruzione di società inclusive, pacifiche e rispettose della diversità, affinché tutte le persone, senza distinzioni, siano messe in condizione di contribuire attivamente alla crescita e allo sviluppo della propria comunità e del proprio Paese, in linea anche con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite"