Lunedì 15 Aprile 2024

I pescatori diventano ‘agricoltori di mare’

Il Governo proroga le misure di sostegno per pesca e agricoltura fino al 2024, equiparando i pescatori agli agricoltori e stanziando 300 milioni di euro per emergenze nel settore.

I pescatori diventano ‘agricoltori di mare’

I pescatori diventano ‘agricoltori di mare’

Non più pescatori e agricoltori, ma agricoltori di mare e agricoltori di terra. Lo dice un odg approvato all’interno del Milleproroghe, con il Governo si impegna a prorogare le misure di sostegno per il settore della pesca per tutto il 2024 avvalendosi del Fondo per la gestione emergenze.

Per renderlo possibile, i pescatori si sono stati equiparati agli agricoltori e in questo modo sono stati riconosciuti al settore interventi compensativi contro la diffusione di specie aliene invasive come il granchio blu e si è data la garanzia di accedere a finanziamenti agevolati con la proroga delle rate delle operazioni creditizie in corso. Nella stessa legge si distingue l’agricoltore di mare e l’agricoltore di terra e si prevede un Fondo di 300 milioni di euro per sostenere le emergenze in agricoltura e nella pesca. "Considerate – sottolinea Marco Cerreto, onorevole di FdI e primo fermatario dell’odg (nella foto) – le difficoltà attraversate dal settore, l’impegno del Governo a prorogare le misure di sostegno consentirà agli operatori di mantenere la sostenibilità produttiva, economica e sociale. Ancora una volta il Governo Meloni ed il ministro Lollobrigida, con atti concreti sostengono un comparto fortemente indebolito negli anni precedenti e intervengono colmando dei vuoti che, di fatto, ne hanno impedito la crescita".