Sabato 15 Giugno 2024

Due senatori FdI e M5s vengono quasi alle mani. Seduta sospesa. Il Pd: "Una vergogna"

Seduta sospesa in Senato ieri mattina a causa di un parapiglia tra senatori, avvenuto subito dopo l’intervento di Ettore Licheri...

Due senatori FdI e M5s vengono quasi alle mani. Seduta sospesa. Il Pd: "Una vergogna"

Due senatori FdI e M5s vengono quasi alle mani. Seduta sospesa. Il Pd: "Una vergogna"

Seduta sospesa in Senato ieri mattina a causa di un parapiglia tra senatori, avvenuto subito dopo l’intervento di Ettore Licheri del Movimento 5 Stelle. Dopo qualche scambio di insulti dall’emiciclo, davanti ai banchi del governo sono venuti quasi a contatto Roberto Menia di Fratelli d’Italia e Marco Croatti del M5s (nella foto i due mentre vengono separati), con il questore Antonio De Poli intervenuto per placare gli animi. La presidente di turno, Anna Rossomando, ha sospeso la seduta, ripresa pochi minuti dopo con Ignazio La Russa che ha assicurato che "le vicende saranno oggetto di attenta valutazione da parte della presidenza". La seduta è stata quindi di nuovo sospesa per una capigruppo, nella quale le opposizioni hanno chiesto la riunione di un Consiglio di presidenza per far luce su quanto avvenuto in Aula.

"Non è accettabile che oltre a questo tentativo di stravolgere la Costituzione repubblicana, addirittura chi difende la Costituzione repubblicana rischia di essere aggredito fisicamente – tuona il capogruppo del Pd, Francesco Boccia –. A tutto c’è un limite. Domani (oggi per chi legge, ndr) sono 100 anni dall’ultimo intervento di Matteotti in Aula a Montecitorio, una commemorazione importante alla presenza del capo dello Stato". La replica del centrodestra è secca: "Fare paragoni con tragedie della storia e della libertà come l’orrendo delitto

Matteotti nel dibattito attuale espone al ridicolo le opposizioni".