Giovedì 18 Aprile 2024

Bandiera bianca in Ucraina? Casini: “Da cattolico rifletto sulle parole del Papa e mi inchino, da politico difendo Kiev”

Il senatore commenta le parole del Pontefice sul conflitto in un’intervista all’Huffington Post. Quando dice che negoziare è un dovere? “Parla a tutti, senza esclusioni”

Il senatore Pier Ferdinando Casini

Il senatore Pier Ferdinando Casini

Roma, 12 marzo 2024 – Bandiera bianca in Ucraina? Il senatore Pier Ferdinando Casini, in Parlamento dal 1983, prima nella Dc e oggi eletto da indipendente nelle liste del Pd, in un’intervista rilasciata all’Huffington Post commenta le parole di Papa Francesco. Il ponteficin un’intervista alla tv svizzera ha parlato del “coraggio di issare la bandiera bianca”, riferendosi all’Ucraina.

“Non sono certamente d’accordo sul fatto che l’Ucraina debba alzare unilateralmente bandiera bianca, ma il Papa non voleva dire questo – ha detto Casini –. L’ha ben spiegato il Cardinale Parolin”. E ancora: “La Chiesa non può giustificare la guerra. Per Francesco bisogna avere il coraggio di percorrere la via della pace. E lo devono fare aggressori e aggrediti. Oggi si cerca di mettere in contraddizione il Papa con il passato della Chiesa, ma anche Giovanni Paolo II aveva condannato la guerra in Iraq. Insomma, è la posizione tradizionale del Vaticano”.

E aggiunge: “Come cristiano rifletto sulle parole del Papa e mi inchino, come politico difendo l’Ucraina, perché vuol dire difendere l’Occidente aggredito dalla Russia”. Il Papa quindi a chi parla quando dice che negoziare è un dovere? Secondo Casini il Pontefice “parla a tutti. Senza esclusioni, può esserci sconcerto per questa espressione ma mi attengo dalla volontà del Papa”.