Il voto per il ballottaggio alle elezioni per il sindaco di Roma (Ansa)
Il voto per il ballottaggio alle elezioni per il sindaco di Roma (Ansa)

Roma, 17 ottobre 2021 - Votanti in calo ai ballottaggi 2021. E' questo il dato che emerge dalla terza rilevazione sull'affluenza: alle ore 23 della prima giornata di votazioni è al 33,33% nei 63 Comuni di cui raccoglie i dati il Viminale (sono escluse le due città del Friuli Venezia Giulia, in quanto Regione a statuto speciale). Alle 19 era stata del 26,71% e alle 12 del 9,73%. Al primo turno alle 23 aveva votato il 39,86%. Dunque l'affluenza è in ulteriore calo rispetto al primo turno, due settimane fa, di oltre 6 punti percentuali.

Affluenza a Roma, Torino e negli altri capoluoghi

I dati delle 23 confrontati con il primo turno

Roma: 30,92% contro 36,96%.

Torino: 32,79% contro 36,92%.

Trieste: 31% rispetto a 34%

Varese: 37,62% rispetto a 39,43%

Caserta: 33,19% contro 48,92%

Benevento: 43,58% contro 54,46%

Savona: 36,41% contro 44,51%

Latina: 38,77% contro 47,00%

Cosenza: 32,83% contro 47,97%

Isernia: 42,38% contro 49,02%

La guida / Fac simile delle schede elettorali / Cosa serve per votare

 

La sfida di Roma

A Roma sia Enrico Michetti,  candidato del centrodestra, sia Roberto Gualtieri, candidato del centrosinistra, hanno già votato. Entrambi hanno il seggio in zona Monteverde: Michetti in via Giovanni De Calvi, Gualtieri ll'istituto Federico Caffè in via Fonteiana. Foto di rito mentre inseriva la scheda nell'urna per il primo, qualche selfie per il secondo, ma nessuna dichiarazione. 

Come si vota e come funziona. Le regole

Quando e dove si vota

Le urne sono aperte anche domani (lunedì 18 ottobre) dalle 7 alle 15 per cinque milioni di cittadini, chiamati a scegliere il sindaco di 65 Comuni (qui i ballottaggi dell'Emilia Romagna). Le sfide più accese sicuramente a Roma, Torino e Trieste. Ma ci sono altre sette città capoluogo coinvolte in questo appuntamento elettorale: Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza.

Com'è andata al primo turno

Nel primo turno il Movimento 5 Stelle ha perso i tre sindaci nei Comuni capoluogo dove vinse nel 2016: Roma, Torino e Carbonia. Il centrosinistra, nelle sue diverse articolazioni, ha strappato a M5s Carbonia, con Pietro Morittu, e ha confermato i Comuni di Milano (Beppe Sala), Rimini (Jamil Sadegholvaad), Salerno (Vincenzo Napoli), Napoli (Gaetano Manfredi), Bologna (Matteo Lepore) e Ravenna (Michele De Pascale). In questi ultimi tre Comuni centrosinistra e M5s hanno corso da alleati. Il centrodestra, invece, ha finora confermato i sindaci di Pordenone (Alessandro Ciriani), Novara (Alessandro Canelli) e Grosseto (Antonfrancesco Vivarelli). (Qui tutti i risultati di 3 e 4 ottobre).