Ballottaggio Roma 2021, i candidati a sindaco Gualtieri e Michetti (Foto Ansa)
Ballottaggio Roma 2021, i candidati a sindaco Gualtieri e Michetti (Foto Ansa)

Roma, 16 ottobre 2021 – Enrico Michetti o Roberto Gualtieri. I risultati del ballottaggio delle elezioni comunali di Roma 2021 decideranno chi tra l’avvocato ‘tribuno’ e l’ex ministro dell’Economia succederà a Virginia Raggi. La poltrona di sindaco della Capitale non è di certo la più comoda, ma nell’attuale fumoso contesto politico fa la differenza tra la conferma del Pd alle amministrative e la riscossa del centrodestra.

Focus Com'è andato il faccia a faccia tra Michetti e Gualtieri  

Da Torino a Roma: dove si vota, quando e orari

Cosa serve per votare / Come si vota e come funziona

Ballottaggi: urne aperte dalle 7. Non solo Roma e Torino, si vota in 65 Comuni

Ballottaggio Roma, candidati e coalizioni

Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia-Udc, Rinascimento e Cambiamo, Partito liberale europeo e la lista civica del candidato sindaco sostengono Enrico Michetti, 55 anni, avvocato amministrativista, professore universitario a contratto esterno all’ateneo di Cassino e speaker radiofonico.

Roberto Gualtieri, classe 1966, sventola la bandiera del centrosinistra. Romano doc, deputato Pd, storico alla Sapienza di Roma, è stato europarlamentare dem dal 2009 al 2019. Ministro dell’Economia e delle finanze con il Governo Conte II dal 2019 al 2021, è appoggiato da Partito democratico, lista civica Gualtieri sindaco, Sinistra civica ecologista, Roma futura, Demos, Europa verde e Partito socialista italiano.

I fac simile delle schede elettorali

I risultati del primo turno

La partita è quantomai incerta. Ai blocchi di partenza gli sfidanti sono quasi appaiati. Al primo turno, infatti, Michetti ha superato Gualtieri per 30,14% a 27,03%, appena 35mila voti. Al ballottaggio si ricomincia da zero a zero; l’obiettivo dei candidati è convincere ad andare alle urne la grande massa degli astenuti rimasta a casa il 3 e 4 ottobre, oltre il 50%. E di ottenere parte di quei 410mila voti in libera uscita che hanno premiato il leader di Azione, Carlo Calenda, e Virginia Raggi.

Il ballottaggio di Torino

L’endorsement di Conte e Calenda

La sindaca uscente del Movimento 5 Stelle a schede scrutinate ha deciso di mantenersi equidistante tra gli esponenti del centrodestra e del centrosinistra. Invece il suo leader, Giuseppe Conte, ha scelto di sostenere Roberto Gualtieri. Nessun apparentamento ufficiale, comunque. Analogamente si è comportato Calenda. “Io voterò Gualtieri – ha chiarito -, ma i voti che ho conquistato al primo turno (il 19,81%, ndr) sono degli elettori, non miei”.

L'ultimo miglio della campagna elettorale

Oggi il candidato del centrosinistra, dalle 17, chiamerà a raccolta i suoi supporter in piazza del Popolo, dove dovrebbe spuntare anche il neoeletto sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, simbolo della riuscita dell'asse giallorosso alle amministrative. Il competitor Enrico Michetti comincerà un'ora dopo a Campo dei Fiori con Giorgia Meloni e in collegamento Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. A dividerli, quando ormai sarà cominciato il silenzio elettorale, ci sarà anche la piazza di sabato chiamata dai sindacati in risposta all'assalto alla Cgil di una settimana fa: Gualtieri ci sarà, Michetti no.

Quando si vota

Domenica, poi, si tornerà ai seggi. Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23 del 17 ottobre e dalle 7 alle 15 di lunedì 18. Dopodiché comincerà lo spoglio e sapremo chi tra Michetti e Gualtieri sarà il nuovo sindaco di Roma.