Tokyo, 6 agosto 2021 - Antonella Palmisano medaglia d'oro nella 20 km di marcia alle Olimpiadi di Tokyo. Stupenda impresa della trentenne pugliese nel giorno del suo compleanno: è la quarta italiana di sempre nell'atletica leggera ad aver vinto un titolo olimpico. Sventola ancora il tricolore al traguardo del Sapporo Odori Park e dopo il successo conquistato ieri da Massimo Stano, sempre nella stessa distanza, è la prima volta che l'Italia vince l'oro nella marcia con uomini e donne nella stessa Olimpiade. Una gara difficile, quella di oggi, soprattutto per le condizioni climatiche: una calda, caldissima Sapporo porta a un avvio di gara tutt'altro che esagerato: ritmi a dir poco tranquilli nei primi tre chilometri. Ma Antonella Palmisano c'è: sempre davanti, concentrata, attenta, marcata dalle cinesi Liu, Yang e Qieyang, le tre favorite d'obbligo, che alla fine si devono accontentare del bronzo. 

Staffetta 4x400 maschile: quando e orario tv

Il record

Medagliere Olimpiadi: l'oro di Antonella Palmisano consegna il record

Antonella, 30 anni, di Mottola: oro nel giorno del compleanno

Antonella Palmisano, abbraccio con la medagli d'argento Sandra Arenas (Ansa)

Le prime parole: "Voglio prima sentire l'inno"

"Cosa provo? Ho voglia di sentire l'inno e poi ve lo dirò". Queste le dichiarazioni della pugliese appena tagliato il traguardo. "Massimo Stano mi ha fatto piangere, mi ha fatto venire i brividi e mi ha dato una carica pazzesca. E poi è arrivato tutto sulla scia dei successi di Jacobs e Tamberi e anche della nazionale di calcio: è un periodo magico per l'Italia. Spero siano tutti contenti per me, saluto Mottola e la mia famiglia". E lo sono tutti: Mottola è in festa per la sua campionessa, la Puglia sorride per il terzo oro olimpico conquistato dai suoi rappresentanti e la sua famiglia, in primis il papà Carmine, è commossa: "Sono così felice che ho il cuore che mi batte fortissimo". 

Antonella Palmisano sul podio a Tokyo (Ansa)

"Ho fatto un'impresa"

"Penso che rivedrò la gara, ancora non mi rendo conto di quello che ho fatto. Oggi è il giorno del mio 30° compleanno e volevo che tutti i sacrifici fatti in questi anni venissero ripagati. Sono molto contenta". Antonella Palmisano commenta così la medaglia d'oro vinta. "Negli ultimi 5 km ho sentito una grande energia dentro - ha proseguito la pugliese ai microfoni della Rai - Sentivo tutte le persone più care accanto a darmi la forza, avevo la pelle d'oca". E dopo Massimo Stano che ieri ha confessato di aver corso con un infortunio muscolare, anche Antonella Palmisano ha temuto per la sua condizione fisica: "Dopo la coppa Europa a maggio sono stata ferma 40 giorni e non nascondo di aver pianto, perchè avevo veramente paura di dover rinunciare a questa gara. E invece oggi ho fatto un'impresa".