Tokyo, 5 agosto 2021 - Massimo Stano entra nella storia della marcia italiana. L’uomo di Palo del Colle, cittadina alle porte di Bari, è medaglia d’oro nella 20 chilometri di marcia alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Un sogno che si avvera per il marciatore azzurro, arrivato in Giappone per fare l’impresa ai Giochi Olimpici. E impresa è stata. Un tacco-punta dietro l’altro, Stano ha regalato spettacolo, aggiornando con un nuovo successo la grande tradizione della marcia italiana. Dopo i trionfi, sempre sulla distanza dei 20 chilometri, di Maurizio Damilano a Mosca 1980 e di Ivano Brugnetti ad Atene 2004, ecco Massimo Stano, protagonista nell’ultimo chilometro di un allungo fantastico sui due giapponesi padroni di casa a Sapporo, Koki Ikeda (medaglia d’argento) e Toshikazu Yamanishi (medaglia di bronzo). Crono finale 1h21’05”.

Il programma del 6 agosto - Italiani in gara

Il medagliere -  Risultati 5 agosto

Azzurri a caccia di medaglia il 6 agosto

image

Chi è Massimo Stano

Nato a Grumo Appula il 27 febbraio 1992, Massimo Stano ha iniziato il percorso da marciatore in gare internazionali nel 2009, con la partecipazione ai Mondiali Allievi di Bressanone, chiudendo al 14° posto la gara sui 10 chilometri. Ai Mondiali Juniores del 2010 invece chiude al 13° posto. A partire dal 2011 è entrato a far parte del gruppo sportivo delle Fiamme Oro. Partecipa ai Mondiali di Pechino del 2019 (19°) e nello stesso anno vince il titolo nazionale assoluto a Cassino. Stesso successo a Roma nel 2018 con il tempo di 1h21’02’’. La crescita di Massimo Stano è confermata ai Mondiali sempre del 208 quando è medaglia di bronzo, e agli Europei successivi di Berlino quando finisce quartato, a un secondo dal podio. Stano diventa primatista nazionale della 20 chilometri l’8 giugno 2019 con il tempo di 1h17’45”. Nel 2021, dopo uno stop per una periostite, è rientrato con l'ottavo posto agli Europei a squadre. Poi ecco la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Massimo Stano e la conversione all’Islam

Cresciuto sportivamente a Molfetta, poi trasferitosi nel Milanese, a Sesto San Giovanni, Massimo Stano è programmatore informatico e ora vive a Ostia insieme alla moglie Fatima Lofti, figlia di due marocchini cresciuti a Varese e anche lei con una carriera nella marcia, e alla figlia Sophie. Nel 2016, proprio per sposare Fatima, Massimo Stano ha detto sì alla conversione all’Islam, abbracciando la fede musulmana.