Roma, 8 agosto 2021 - Cala il sipario sulle Olimpiadi di Tokyo 2020. Questi Giochi ostacolati dalla pandemia da Coronavirus e sofferti, ma più che mai grandiosi per l'Italia. E' stata un'edizione posticipata, strana, bizzarra, senza pubblico, dove le positività al Covid tra i circa 55mila accreditati era quotidiana (430 i casi totali), ma gli azzurri sono andati oltre e hanno trionfemente portato a casa 10 medaglie d'oro, 10 d'argento e 20 di bronzo (12 quarti posti).

Le cinque emozioni azzurre più grandi

"Un'edizione storica", è stato il commento di gioia del presidente del Coni, Giovanni Malagò, conclusa con lo splendido bronzo nell'All Around di ginnastica ritmica. E oggi, come da tradizione, a mettere la parola fine ai XXXII Giochi Olimpici la cerimonia di chiusura, con Marcell Jacobs a portare il tricolore e il passaggio di consegne verso Parigi 2024

A Tokyo è stata data una risposta: possiamo farcela - di Leo Turrini

La cerimonia

Tokyo: cerimonia chiusura al via allo stadio Olimpico

E' il capo dello stato del Giappone il primo ad entrare nello stadio Olimpico, accompagnato dal presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, e dal presidente del Comitato organizzatore, Toshiro Muto. Dopo l'inno nipponico "Kimigayo", issata la bandiera del sol levante. E allora spazio alla parata delle bandiere, in cui ogni atleta, scelto dal comitato olimpico, è entrato nello stadio con la bandiera del proprio Paese. Come da tradizione la prima è stata la Grecia.

Per l'Italia, mascherina in volto e tuta bianca disegnata da Giorgio Armani, Marcell Jacobs, medaglia d'oro dei 100 metri e della staffetta 4x100, è entrato nello stadio sventolando il tricolore. E come lui tutti i portabandiera, senza delegazioni al seguito, sono entrati singolarmente per poi schierarsi in un grande cerchio all'interno dello stadio Olimpico.

La consegna della bandera olimpica

La consegna della bandiera olimpica: verso Parigi 2024

Ma arriva il momento più atteso. Dopo le ultime premiazioni e il ringraziamento ai volontari, ecco il passaggio di consegne fra Tokyo 2020 e Parigi 2024: il governatore di Tokyo, Yuriko Koike, ha passato la bandiera olimpica al presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, che a sua volta l'ha passata al sindaco di Parigi, Anne Hidalgo. 

Si lascia il Giappone, dunque, si torna in Europa. "I Giochi di Tokyo sono stati i Giochi della speranza, della solidarietà e della pace. Grazie Tokyo, grazie Giappone. È stato un grande messaggio di solidarietà e pace. Ci avete ispirato con questa unione di forza dello sport. Con la pandemia lo sport è diventato centrale, un momento di gioia e ispirazione, di speranza e fede nel futuro. Ce l'abbiamo fatta. Insieme. Ci vediamo a Parigi". È stato il messaggio conclusivo con cui il presidente del Cio, Thomas Back, con cui ha dichiarato "conclusi i Giochi Olimpici di Tokyo 2020". Si è spenta così anche la fiamma olimpica. Ma l'appuntamento è 'solo' fra quattro anni. 

Macron si congratula con il Giappone

Tokyo: ufficiale passaggio consegne a Parigi 2024 (Ansa)

"Congratulazioni a tutti i giapponesi per il successo di questi Giochi olimpici - ha scritto il presidente francese Emmanuel Macron su Twitter -. E' stata una situazione senza precedenti, ma è andata alla grande. Ne avevamo bisogno. Ci vediamo la prossima volta a Parigi nel 2024!''. 

Leggi anche:

L'oro di Fausto luccica per la mamma. "Faccio la badante. Non sarò in Tv"

Rialzarsi e correre, è l’Italia che vince. "Adesso portiamo i giovani in pista"