Mercoledì 24 Aprile 2024

Gli scavi di Pompei chiusi per l’assemblea sindacale sui buoni pasto: la direzione improvvisa una visita limitata al tratto extra moenia

Aperto solo il varco esterno di Porta Ercolano. Il direttore del Parco archeologico e alcuni funzionari hanno fatto da guida per sostituire gli addetti assenti

Pompei (foto d'archivio)

Pompei (foto d'archivio)

Pompei (Napoli), 6 marzo 2024 – Gli scavi di Pompei chiusi per assemblea sindacale. Brutta sorpresa stamattina per i turisti che hanno trovato il Parco archeologico napoletano disponibile solo parzialmente, con la possibilità di poter accedere a una visita limitata al cosiddetto “tratto extra moenia”, il percorso suburbano di Villa dei Misteri e Villa di Diomede, con ingresso da Porta Ercolano. Un’apertura limitata e improvvisata stamattina dalla direzione del Parco archeologico a causa dell’assenza di buona parte del personale impegnato in un’assemblea sindacale convocata per affrontare la vertenza sul riconoscimento di buoni pasto per gli addetti alla vigilanza. Un’assemblea che avrebbe avuto, secondo quanto riferisce l’agenzia Agi, una adesione massiccia dei custodi e della quasi totalità dei dipendenti.

L’apertura parziale della direzione

L'assemblea, convocata fino alle 12, ha obbligato la direzione del Parco archeologico a correre ai ripari per aprire Pompei ai visitatori e dall’inizio della mattina si è organizzata per garantire l'accesso al percorso suburbano di Villa dei Misteri e Villa di Diomede, il tratto extra moenia, che include anche Via dei Sepolcri dopo Porta Ercolano. L'ingresso per i visitatori è stato reso possibile dal varco esterno di via Villa dei Misteri (Porta Ercolano) dove, con le poche unità di addetti al lavoro, si è riusciti ad allestire il servizio di vendita del biglietto di ingresso. Per l'occasione, fa sapere la direzione del Parco, si è cercato di implementare la visita con aperture di aree di cantiere, sia alla Villa dei Misteri sia alla Villa di Diomede.

Il direttore si sostituisce alle guide assenti

Per favorire l'accoglienza dei visitatori, alcuni funzionari del Parco assieme al direttore Gabriel Zuetrieghel si sono resi disponibili a guidare alcune visite nelle aree di cantiere presenti in quel percorso. Inoltre, si è esteso il servizio di navetta Pompeii Artebus fino a piazza Anfiteatro per consentire ai visitatori, in attesa presso quel varco, di raggiungere agevolmente l'area fruibile. Grazie al supporto del Comune di Pompei è stata agevolata per la navetta la percorribilità delle strade lungo via Villa de Misteri, per velocizzare gli spostamenti e garantito il supporto delle forze dell'ordine. Sono rimasti regolarmente aperti gli altri siti della Grande Pompei: Villa di Poppea a Oplontis, Villa Arianna e Villa San Marco a Stabia, il Museo archeologico di Stabia Libero D'Orsi, Villa Regina a Boscoreale. L'assemblea sindacale sarebbe stata convocata per fare pressione sul MiC affinché riconosca anche ai dipendenti della vigilanza il buono pasto.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui