Domenica 23 Giugno 2024

Maltempo a Napoli e in Campania, nuovo peggioramento: ancora vento, pioggia e neve

L'allerta arancione della protezione civile scatta dalle 12 di domani venerdì 19 gennaio. Danni del maltempo, Manfredi: "I privati facciano la loro parte". A Capua sorvegliato speciale il Volturno: riaperto il tratto autostradale sulla A1 Milano-Napoli

Napoli, 19 gennaio 2023 - L'inverno non molla la presa.  La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo di colore arancione con validità a partire dalle ore 12 di domani, venerdì 20 gennaio, e scadenza alle ore 8 di sabato 21 gennaio. L'avviso segue quello attualmente in vigore che terminerà alle ore 9 di domani mattina, ma riguarda una nuova perturbazione che interesserà la regione, causando un repentino peggioramento delle condizioni meteo.  I fenomeni più intensi (vento, temporali e nevicate) saranno localmente molto rilevanti, e si evolveranno lungo la giornata di venerdì, per diminuire di intensità rapidamente, a partire già dalla stessa nottata di venerdì.

Giù le temperature, neve dai 400 metri

Si abbasseranno le temperature sull'intero territorio regionale e si verificheranno anche nevicate e gelate. Su tutto il territorio regionale i venti saranno molto forti con raffiche meridionali e in rotazione fino ai quadranti settentrionali.  Il mare si presenterà molto agitato o grosso con mareggiate lungo le coste esposte. Sulle zone interne si prevede neve già intorno ai 400 metri, con accumuli al suolo localmente moderati. Per quanto riguarda la sola criticità idrogeologica l'avviso meteo differenzia la fascia costiera, dove il livello di allerta è arancione dalle zone interne, dove il colore di riferimento è il giallo.

Il ponteggio scardinato dal vento in via Aniello Falcone a Napoli
Il ponteggio scardinato dal vento in via Aniello Falcone a Napoli

I danni lasciati dal maltempo a Napoli

"Il tema della sicurezza in città esiste", ha dichiarato il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, in riferimento ai numerosi danni registrati a causa del maltempo degli ultimi giorni. "Molti dei problemi vengono anche dalle strutture private dove in questi anni gli interventi sono stati fatti in maniera superficiale - sottolinea - Credo ci voglia più attenzione alla sicurezza. Noi la metteremo in campo sulla parte pubblica ma anche i privati devono fare la loro parte". 

Sant'Agata dei Goti, cede ala del cimitero: le bare finiscono nel torrente

A Capua domani sorvegliato speciale il Volturno: riaperto il tratto della A1

Sono ore di preoccupazione a Capua (Caserta) per le condizioni del fiume Volturno, il cui livello è pericolosamente salito per le abbondanti e persistenti piogge di questi giorni, tanto da costringere il sindaco Adolfo Villani a disporre per oggi con ordinanza la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Nell'alto-Casertano il fiume è già straripato in alcuni punti e anche a Capua, allagando alcune strade. Già ieri sera la nota del Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, indirizzata non solo a Capua ma anche ai sindaci di Grazzanise, Cancello ed Arnone e Castel Volturno, metteva in guardia le amministrazioni annunciando che il Volturno è interessato da un evento di "piena eccezionale. La piena interesserà il basso corso del fiume per tutta la giornata del 19 gennaio". 

Poco dopo le 6, invece, sulla A1 Milano- Napoli, come informa l'ufficio stampa di Autostrade, è stato riaperto il tratto compreso tra Capua e Santa Maria Capua Vetere in entrambe le direzioni, chiuso durante la notte in via preventiva a causa del raggiungimento dei livelli critici del fiume Volturno. In mattinata il traffico transitava su una sola corsia in entrambe le direzioni in corrispondenza del ponte sul fiume Volturno, all'altezza del km 726, e si registrava 1 km di coda in direzione Roma. 

La mappa di 3bmeteo