Martedì 18 Giugno 2024

Ischia maltempo: a Casamicciola nuova evacuazione per 400 abitanti

L'allontanamento dalle case nelle zone a rischio frane in caso di forti piogge. Il provvedimento disposto dal commissario Calcaterra dalle 7 di stamattina

Maltempo nel Golfo di Napoli

Maltempo nel Golfo di Napoli

Ischia, 17 gennaio 2023 - Torna la paura sull'isola messa in ginocchio dalla frana del 26 novembre. Evacuazione in corso dalle prime ore di questa mattina dalle zone a rischio idrogeologico sull'isola d'Ischia dove l'allerta meteo arancione di oggi ha fatto attivare le procedure di sicurezza elaborate dopo l'ultima tragica all'alluvione che ha lasciato dietro di se 12 vittime. 

false

 A Casamicciola, dove secondo i dati aggiornati sono circa 400 i cittadini che vivono nelle zone non sicure in caso di forti piogge, l'allontanamento dalle case - disposto dal commissario prefettizio Simonetta Calcaterra a partire dalle 7 di stamattina - è iniziato già ieri sera quando 47 persone hanno lasciato le proprie abitazioni per recarsi negli hotel individuati dal comune mentre altri 33 vi si recheranno stamattina.

Anche in questo caso saranno comunque numerosi i casamicciolesi che sceglieranno la sistemazione provvisoria autonoma, restando fino al cessato allarme da parenti o amici. Come per le precedenti evacuazioni la disposizione di allontanamento è stata comunicata telefonicamente dagli uffici comunali alle famiglie che vivono nella zone considerate a rischio ed è stato organizzato un servizio di bus navetta per condurre gli sfollati agli hotel, con capolinea in piazza Marina davanti alla sede del comune. 

Per gli abitanti delle zone a minor rischio è stato disposto di rimuovere i veicoli in sosta nelle strade pubbliche e consigliato di non spostarsi e non utilizzare scantinati e piani bassi delle case.  Anche 90 abitanti di Ischia Porto dovranno allontanarsi dalle case: sono i cittadini di Monte Vezzi, altra zona isolana a rischio idrogeologico, per i quali il sindaco ha disposto l'allontanamento dalle case fino al cessato allarme predisponendo l'accoglienza presso strutture ricettive, anche se fino a stamattina nessuno si era avvalso di questa sistemazione temporanea.