Venerdì 24 Maggio 2024

Favori sessuali in cambio di un contratto di lavoro: imprenditore napoletano accusato di violenza

Il 50enne di Gragnano avrebbe molestato una giovane dipendente precaria a pochi giorni dalla scadenza. La promessa di una stabilizzazione

Manifestazione contro le molestie sessuali

Manifestazione contro le molestie sessuali

Napoli, 30 aprile 2024 – Favori sessuali in cambio di un contratto di lavoro stabile. È quanto avrebbe chiesto a una sua giovane dipendente un imprenditore napoletano, accusato di violenza sessuale. Il 50enne avrebbe molestato la donna, pretendendo favori sessuali a fronte di una paventata imminente stabilizzazione del suo contratto precario.

Con questa accusa il pm Raffaele Tufano ha chiesto il rinvio a giudizio: l’udienza preliminare in cui sarà decisa la sorte giudiziaria dell’uomo è stata fissata per fine giugno davanti alla gup Giovanna Cervo.

Approfondisci:

Caserta, 170 telefonate in due giorni alla segretaria: arrestato l’imprenditore stalker

Caserta, 170 telefonate in due giorni alla segretaria: arrestato l’imprenditore stalker

Cosa è successo: il racconto della donna

La ragazza molestata, residente in provincia di Napoli, aveva denunciato le violenze subite da parte del suo datore di lavoro, un 50enne di Gragnano, titolare di un'azienda con sede a Napoli. A pochi giorni dalla scadenza del contratto, l’imprenditore avrebbe prima fatto delle avance alla dipendente e poi sarebbe andato oltre con palpeggiamenti e baci, proposte ben più spinte e collegate all'imminente rinnovo del contratto a tempo indeterminato.

La denuncia per molestie

La giovane, in sede di denuncia, ha raccontato come il 50enne avesse preteso di lavorare più a stretto contatto con lei proprio in quei giorni decisivi per la sua stabilizzazione, mettendo in atto una serie di molestie sessuali.

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn