Mercoledì 24 Luglio 2024

Tamayo Perry morto dopo l’attacco di uno squalo. Tragica fine per l’attore di Pirati dei Caraibi

È successo domenica mentre surfava a largo di Oahu, nelle Hawaii. L’attore era anche un surfista professionista e un guardaspiaggia

Tamayo Perry con la moglie Emilia Perry (Instagram)

Tamayo Perry con la moglie Emilia Perry (Instagram)

Roma, 24 giugno 2024 – Tamayo Perry, che i fan più attenti ricordano tra i pirati della ciurma in uno dei film della saga ‘Pirati dei Caraibi’, è morto alle Hawaii per l’attacco di uno squalo. L’attore, che era anche un surfista professionista, è stato attaccato domenica mentre cavalcava le onde a largo di Oahu. 

Tamayo Perry era un attore e un surfista professionista (Instagram)
Tamayo Perry era un attore e un surfista professionista (Instagram)

L’allarme è stato lanciato da un testimone che si trovava sulla spiaggia, che ha spiegato di aver visto Perry mentre veniva morso diverse volte dallo squalo. I soccorritori sono intervenuti intorno alle 13:00 e hanno portato a riva l’attore, ma non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. 

Perry era uno dei protagonisti del ‘freesurf’ nella zona ed era un campione di ‘Pipeline’. Nel 2000 era arrivato quarto ai ‘Pipeline Master Trials’ e nel 2005 era considerato, secondo l’Enciclpedia del Surf, il miglior atleta della categoria.

Perry aveva esperienza poi nel mondo del cinema: aveva recitato in ‘Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare’, in cui interpretava un personaggio minore, ma anche in Lost, Hawaii Five-0 e Blue Crush. Era originario proprio della zona di Oahu, dove era molto conosciuto per il suo anche ruolo di guardaspiaggia

Il sindaco di Oahu, Rick Blangiardi, durante la conferenza stampa seguita all’incidente, ha definito la morte di Perry "una tragica perdita". "Tamayo era un uomo d'acqua leggendario e molto rispettato, cresciuto proprio qui, ed era un grande membro della nostra squadra di sicurezza oceanica" ha aggiunto il sindaco.