Più ti piaci e più sei felice

Viviamo in tempi di Body Positivity, ma amare il proprio corpo, sembra quasi impossibile. Tra gli studi che lo confermano,...

Più ti piaci e più sei felice

Più ti piaci e più sei felice

Viviamo in tempi di Body Positivity, ma amare il proprio corpo, sembra quasi impossibile. Tra gli studi che lo confermano, uno dei più recenti e importanti realizzati sul tema dell’immagine corporea rivela che l’accettazione di sé e del proprio corpo sarebbe legata a una maggiore soddisfazione nella vita e a una migliore salute mentale. Condotto dai ricercatori dell’Anglia Ruskin University nel Regno Unito, ha coinvolto 56.968 partecipanti di 65 paesi, invitati a compilare un questionario per determinare il livello di stima e accettazione di sé.

"Rispetto il mio corpo" e "Apprezzo le caratteristiche diverse e uniche del mio corpo" erano alcune delle affermazioni che dovevano - o meno - avvalorare, compreso il rifiuto di alcuni stereotipi legati all’apparenza veicolati dai media. È stata poi stilata una scala di valutazione, confrontata con la salute mentale di ciascun partecipante. I risultati mostrano che, in tutti i paesi, un’immagine corporea positiva è "significativamente associata a un migliore benessere psicologico" e anche, come già affermato da studi precedenti su scala minore, a una migliore autostima, a sane abitudini alimentari e a ridotti livelli di depressione e ansia.

I ricercatori hanno anche osservato che le persone single apprezzano il proprio corpo più di quelle sposate o in coppia (così come quelle che abitano in zone rurali) e che le differenze tra identità di genere e fasce di età erano trascurabili. "Questo è uno dei più grandi studi sull’immagine corporea mai condotti, il risultato di uno sforzo di ricerca collaborativa che ha coinvolto più di 250 scienziati di tutto il mondo – afferma Viren Swami, professore di psicologia sociale e autore principale dello studio – la nostra scoperta che un maggiore apprezzamento del corpo è associato a un miglioramento del benessere psicologico, evidenzia l’importanza di sviluppare modi per promuovere un’immagine corporea più positiva a livello globale. Le persone che vivono nelle aree urbane possono sentire una maggiore pressione a conformarsi agli ideali promossi dalla società occidentale, ed è anche degno di nota che le persone provenienti da paesi considerati culturalmente diversi dagli Stati Uniti sembrano avere un maggiore apprezzamento del loro corpi".

A testimoniarlo, Malta, Taiwan e Bangladesh, che occupano i primi tre posti della classifica, mentre Regno Unito, India e Australia sono nelle ultime posizioni. In fondo alla classifica anche Francia, Brasile, Cina e Stati Uniti, a dimostrare che c’è ancora molto da fare per aiutare le persone ad accettarsi, a ritrovare autostima e sentirsi meglio con se stesse.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro