Giovedì 23 Maggio 2024
FRANCESCO FORNI
Magazine

Nissan, l’ibrido intelligente ci guida nel futuro

Migration

di Francesco Forni

Nissan cala gli assi elettrificati. Una gamma virtuosa, tecnologica, ma votata anche all’emozione oltre che alla praticità. Il marchio giapponese prosegue la sua evoluzione. Punte di lancia sono i crossover, categoria che il costruttore ha lanciato nel 2008 con Qashqai, ma c’è anche altro. Marco Toro, presidente e amministratore delegato di Nissan Italia, ha dichiarato: "Oggi comincia il nostro domani. Con una gamma virtuosa, tecnologica, ma anche emozionante, per stile e comportamento stradale". Sul litorale romano, a Ostia, il costruttore ha messo in campo i suoi ’ruote alte’, partendo da Juke Hybrid, classico e funzionale elettrificato, passando per Qashqai e-Power e X-Trail e-Power, due modelli ibridi che vanno come gli elettrici, arrivando allo zenit con Ariya, il crossover al 100% a batterie. Per i professionisti invece c’è Townstar, van commerciale da 300 chilometri di autonomia.

Le tecnologie di Nissan riguardano il comportamento stradale delle vetture e la sicurezza. A partire da e-Power, al momento su Qashqai e X-Trail. Nei fatti è l’elettrico senza spina, che percorre più di 1.000 km con un pieno di benzina. Performance possibile grazie allo schema brevettato che prevede un motore elettrico, l’unico che muove le ruote della vettura, e un motore termico che produce energia. Si comporta come un elettrico puro, con accelerazione brillante e lineare, un motore fluido e silenzioso, ma non prevede ricarica alla spina. Per fare il pieno di energia e viaggiare in elettrico basta recarsi presso un esercente tradizionale e mettere benzina nel serbatoio.

Appannaggio per ora solo di X-Trail è il sistema e-4ORCE. Ovvero la trazione integrale sviluppata per essere abbinata a propulsori elettrificati. Consiste in due motori elettrici, uno per ogni asse, con forza motrice e azione frenante gestite sulle singole ruote, per garantire sicurezza, controllo e comfort in ogni condizione. Il bilanciamento dei pesi fra i due assi e la frenata rigenerativa anche sul motore posteriore garantiscono massima maneggevolezza e minimi beccheggio e rollio. Eredità dalle elettriche pure è lo e-Pedal Step. Consente di accelerare e rallentare la vettura utilizzando il solo pedale dell’acceleratore. Guida fluida e rilassante soprattutto in caso di frequenti stop e ripartenze e nelle manovre a bassa velocità. Inoltre, con e-Pedal Step migliora la rigenerazione della batteria. In città è molto efficiente.

Infine il ProPILOT Assist con Navi-link. Sistema che assiste in fase di accelerazione, sterzata e frenata. Legge i segnali stradali e adatta automaticamente la velocità ai limiti indicati. Acquisisce i dati dal navigatore e regola la velocità nelle curve o sulle rampe delle uscite autostradali. Interviene sullo sterzo per aiutare a prevenire il cambio di corsia se è presente un altro veicolo nella zona di angolo cieco. Un pacchetto completo, che mette sulla via della transizione elettrica senza patemi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro