Il mito intramontabile di Marilyn Monroe, all’asta nuovi cimeli della diva

Il pezzo più costoso della collezione è l’abito nero di ‘Quando la moglie è in vacanza’

Foto di Marilyn Monroe all'asta - Crediti Ansa Foto
Foto di Marilyn Monroe all'asta - Crediti Ansa Foto

Roma, 16 gennaio 2024 – Riavvolgiamo il nastro della storia e torniamo a più di sessant’anni fa, precisamente all’estate del 1962. In una notte d’agosto di quell’anno Marilyn Monroe, la diva di ‘Gli uomini preferiscono le bionde’ e ‘Come sposare un milionario’, è scomparsa a soli 36 anni. Secondo le ricostruzioni, l’attrice ha assunto un mix letale di barbiturici. Norma Jeane Mortenson Baker (questo il suo vero nome) è morta al culmine del successo e della popolarità che aveva sempre sognato. Giovane e bella da mozzare il fiato, è entrata nel mito. Anche per questo è attesa con curiosità e interesse l’asta che si terrà da Julien’s a Los Angeles in primavera, dal 28 al 30 marzo 2024, con alcuni suoi capi di abbigliamento e accessori diventati iconici. In tutto saranno offerti oltre mille cimeli.  

Classe 1926

L'asta di Marilyn Monroe comprenderà anche oggetti appartenuti a Hugh Hefner, fondatore della rivista sexy ‘Playboy’. Il magnate si è spento nel 2017 a 91 anni. Prima di sbarcare a Shanghai, gli oggetti appartenuti alla Monroe e a Herfner saranno esposti in mostra ad hoc a Hong Kong e Shanghai a febbraio. Monroe ed Herfner erano nati nello stesso anno, il 1926, lei a giugno e lui ad aprile. Oggi la diva e l’editore riposano uno accanto all'altra in un noto memoriale di Los Angeles. L’imprenditore acquistò la tomba vicina a quella dell'attrice nel 1992 per 75.000 dollari.

Icone

Abiti, lipstick realizzati apposta per lei e foto dell'attrice in cui Marilyn è stata immortalata su alcuni set: nella collezione di Marilyn Monroe all’asta prossimamente in California, il pezzo cult più pregiato e anche più costoso è l’abito da sera noir indossato dalla stella di Hollywood durante le riprese della commedia ‘Quando la moglie è in vacanza’ diretto da Billy Wilder nel 1955, per un valore di 200 mila dollari. Un altro capo molto ambito che sarà presente a Los Angeles è un body di raso violetto, indossato dall’attrice per un servizio fotografico nel numero di dicembre 1958 del magazine ‘Life’, per un valore di 40.000 dollari. Il pezzo è particolare anche per la scollatura impreziosita da un bouquet floreale in tessuto e fasce di chiffon nei delicati toni del rosa, della lavanda e del color crema. Vengono messi all’asta pure dei ricordi della celebre serata di gala del maggio 1962 in cui compiva gli anni l’allora presidente americano John Fitzgerald Kennedy, con il quale l’attrice aveva una tumultuosa relazione. Fu in quell’occasione che Marilyn salì a sorpresa sul palco canticchiando e sussurrando ‘Happy Birthday, Mr. President’, con indosso l’indimenticabile abito Jean Louis trasparente, scintillante e aderente, cucito appositamente per lei poco prima dell’esibizione.

Tra pop art e pin-up

Nell’asta di Los Angeles troveranno spazio anche opere d’arte e oggetti significativi per la vita di Hugh Hefner. Ci sono anche una serigrafia originale di Andy Warhol, padre della pop art, e un disegno ad acquerello originale di Alberto Vargas in cui è raffigurata una pin-up, pubblicato a suo tempo su un numero di ‘Playboy’ (con un valore stimato tra i 60.000 e gli 80.000 dollari). Non mancano nemmeno abiti di lusso e articoli da fumo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro