L’audacia di La Pira, la prudenza di Andreotti. Esce il carteggio fra i due politici democristiani

Pace nel mondo, lavoro e casa: erano i temi che più stavano a cuore a Giorgio La Pira, uomo di...

L’audacia di La Pira, la prudenza di  Andreotti. Esce il carteggio fra i due politici democristiani
L’audacia di La Pira, la prudenza di Andreotti. Esce il carteggio fra i due politici democristiani

Pace nel mondo, lavoro e casa: erano i temi che più stavano a cuore a Giorgio La Pira, uomo di spicco della Dc e sindaco di Firenze, e dei quali trattava anche con Giulio Andreotti, uno dei più potenti e longevi politici della prima repubblica. Il carteggio fra il “sindaco santo“ e il più volte ministro e presidente del consiglio – diversi nelle idee politiche ma entrambi uomini di fede, si conoscevano fin dagli anni Trenta – è formato da 160 lettere e viene pubblicato per intero nel volume edito da Polistampa Bisogna smettere di armare il mondo, a cura di Augusto D’Angelo e con la prefazione del cardinale Matteo Zuppi. "La Pira si muoveva con un’audacia che non sempre

Andreotti condivideva", scrive fra l’altro Zuppi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro