Domenica 26 Maggio 2024

Il 30 aprile è la Giornata internazionale del jazz

La ricorrenza sarà celebrata a Tangeri, in Marocco: ecco per quale motivo e cosa vuol dire

La Giornata Internazionale del Jazz, il 30 aprile

La Giornata Internazionale del Jazz, il 30 aprile

Città tra le più suggestive dell’Africa ma in realtà ad appena un’ora di navigazione dalle coste iberiche della ventosa Tarifa, sarà la marocchina Tangeri ad ospitare il prossimo 30 aprile la Giornata Internazionale del Jazz. L’UNESCO ha scelto per l’occasione una location d’eccezione, con un preciso significato: Tangeri vuole in questo senso simboleggiare l’approccio profondamente inclusivo di una forma d’arte tra le più affascinanti in circolazione, trovandosi essa di fatto a cavallo tra due culture e continenti. Ecco dunque tutto quello che è necessario sapere per festeggiare nel modo più consono l’appuntamento in arrivo.  

La storia della Giornata Internazionale del Jazz

Per gli appassionati del genere la data chiave è stata il 30 aprile del 2011: fu in quel giorno, ormai 13 anni fa, che l’agenzia delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) scelse per la prima volta in assoluto di rendere omaggio ad un genere musicale così particolare al fine di porre l’accento sul suo prezioso ruolo diplomatico nell’unire le persone, in ogni angolo del globo. A prendersene cura come un figlio sono fin dagli esordi due personaggi di massima caratura culturale: si è infatti scelto di dare la responsabilità dell’evento alla Direttrice Generale dell'UNESCO Audrey Azoulay e al pianista e compositore jazz Herbie Hancock, che serve come Ambasciatore dell'UNESCO per il Dialogo Interculturale e che è, al contempo, il Presidente dell'Istituto del Jazz Herbie Hancock, l'organizzazione non-profit incaricata di pianificare, promuovere e produrre questa celebrazione annuale.

La conclusione di un mese dedicato al jazz

Proprio come il Pride Month, che culmina in una serie di parate in giro nelle principali città mondiali per la lotta all’inclusività, anche queste iniziative legate al jazz possono in realtà vantare un periodo piuttosto esteso. Non esiste, in effetti, soltanto una Giornata Internazionale del Jazz, bensì un intero Mese di apprezzamento del genere musicale, una ricorrenza che fin dal primo aprile punta a fare conoscere quest’arte al pubblico mainstream (forse troppo spesso abituato a considerarla di nicchia). Ma il jazz è ben di più di un semplice genere musicale, come il pop e il rock, e sarebbe riduttivo relegarlo ad un giro di basso o al sensuale suono di un sassofono. Si tratta piuttosto di una vera e propria forma d’arte di respiro internazionale e di altissimo livello, riconosciuta anche a livello istituzionale come simbolo di pace, di dialogo tra le culture, di diversità e cruciale per il rispetto dei diritti umani e della dignità umana. Il jazz, in sostanza, va ben al di là di un semplice concertino live in un locale di nicchia.

L’evento 2024

La Giornata Internazionale del Jazz di quest’anno prevede una serie di programmi educativi che includeranno numerosi eventi per studenti di tutte le età, compresa una presentazione speciale che illustrerà l'importanza della musica Gnawa del Marocco e il suo legame con il jazz, oltre a incontri sulla storia del jazz e il suo impatto sulla città di Tangeri, tra le altre, in modo particolare. La ciliegina sulla torta delle celebrazioni sarà rappresentata da un live globale in programma presso il nuovo Palazzo delle Arti e della Cultura di Tangeri e che sarà trasmesso tramite YouTube, Facebook, JazzDay.com, le Nazioni Unite e l'UNESCO a milioni di spettatori in tutto il mondo. Diretto dal già citato Hancock e dal Direttore Musicale John Beasley (USA), il concerto globale All-Star accoglierà sul palco artisti provenienti da tutti gli angoli del mondo, tra cui il musicista Gnawa Abdellah El Gourd (Marocco), ma anche Claudia Acuña (Cile), Ambrose Akinmusire (USA), Lakecia Benjamin (USA), Richard Bona (Camerun), Dee Dee Bridgewater (USA) e molti altri ancora. Il cartellone completo degli ospiti e tutte le informazioni sulla manifestazione sono evidentemente disponibili sul sito ufficiale dell’evento all’indirizzo https://jazzday.com/.

Gli appuntamenti in Italia

Sono innumerevoli le iniziative organizzate dalle associazioni culturali del nostro Paese per celebrare la Giornata Internazionale del Jazz come si deve. Tra i numerosi eventi in programma che vale la pena di segnare a calendario ci sarà anche un concerto dell’artista Alessandro d’Alessandro presso Villa Mondragone, a Monte Porzio Catone in provincia di Roma; nella stessa giornata presso il Teatro Cicconi di Sant’Elpidio a Mare si terrà lo spettacolo “Echoes Sustain Able” di Roberto Zecchini e Giovanni Falzone; dulcis in fundo, fino al 30 aprile nel capoluogo sabaudo si terrà il Torino Jazz Festival 2024, con ospiti del calibro di Dave Holland, Christian McBride, Gonzalo Rubalcaba, John Zorn e Roscoe Mitchell o ancora Paolo Fresu.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro