Mercoledì 19 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

Giornata mondiale della biodiversità, perché

Dagli organismi unicellulari agli animali della savana, la biodiversità è molto più complessa di quello che si potrebbe pensare. Ecco perché è fondamentale celebrarla.

Giornata mondiale della biodiversità, il significato e le iniziative

Giornata mondiale della biodiversità, il significato e le iniziative

Sul pianeta Terra vivono 8 miliardi di persone: questo traguardo, per molti versi impressionante, è stato raggiunto a novembre del 2023 e per quanto possa sembrare d’impatto rappresenta soltanto una minima parte (per non dire infinitesimale) della varietà che il mondo naturale terrestre può offrire. Si pensi a proposito che, secondo le stime degli scienziati, si ipotizza che sul nostro pianeta (tra piante e animali) convivano pacificamente dai 3 ai 30 milioni di specie.

Moltiplicate questi numeri per ogni singolo esemplare esistente e raggiungerete numeri difficili anche soltanto da immaginare. Eppure basta una specie, quella umana, nemmeno la più numerosa, a mettere a rischio tutte le altre. Ecco perché alla luce di quanto evidenziato fino a questo punto risulta importante più che mai ricordare ogni anno una Giornata Internazionale della biodiversità come quella organizzata dalle Nazioni Unite ogni 22 maggio.  

Cos’è la biodiversità

Ogni singolo essere vivente, dagli animali della giungla alle sequoie californiane, passando per i batteri e gli insetti, fa parte della biodiversità, che non è nient’altro che l’estrema varietà di organismi presenti sul pianeta Terra. Perché sì, sono incluse anche tutte le minuscole creature delle quali spesso ci si dimentica, ma che restano fondamentali nel grande ciclo naturale. Basti pensare, giusto per fare un esempio, agli animali impollinatori come le api. Questi insetti infatti (così come alcune specie di uccelli, e non solo) svolgono un ruolo chiave nella fecondazione delle piante, trasportando il polline da un vegetale all’altro e permettendo in questo modo ai gameti maschili delle piante di entrare in contatto con quelli femminili. Sarebbe dunque riduttivo pensare che questo tipo di animaletti (del tutto innocui, se non per i soggetti allergici) ci forniscano solo miele, propoli e pappa reale. Capire in che modo ogni essere vivente rappresenta un tassello imprescindibile del mondo dove ci troviamo a vivere è di importanza fondamentale, perché permette di comprendere in che modo gli elementi naturali sono interconnessi tra di loro: essere consapevoli di questo intricato sistema di relazioni salvaguarda anche la salute degli stessi umani, che troppo spesso se ne dimenticano.

Il tema 2024

Sii parte del piano” è il motto dell’edizione di quest’anno. Si tratta di un segnale di allarme per tutti i soggetti interessati al tema, affinché si possano mettere in atto una serie di misure per risolvere problemi già noti e si possa implementare il Quadro Globale di Biodiversità Kunming-Montreal, noto anche come Piano per la Biodiversità. Attraverso iniziative come queste, la comunità internazionale cerca di spingere Governi, popolazioni indigene e comunità locali, organizzazioni non governative, legislatori, imprese e individui a collaborare per un obiettivo comune, che è in realtà di più semplice attuazione di quello che si potrebbe credere. La popolazione “mainstream”, in modo particolare, è chiamata a modificare le proprie abitudini in un’ottica green globale, riducendo il consumo di carne, acquistando e mangiando alimenti stagionali, diminuendo gli sprechi alimentari e impegnandosi nell’attività di compostaggio (in un’ottica circolare), limitando l’uso di imballaggi usa e getta e materie plastiche e più in generale promuovendo la biodiversità locale e indigena. Nairobi sarà per l’anno 2024 al centro delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Biodiversità: è proprio qui, nella capitale del Kenya, che sono state organizzate due riunioni degli Organi Sussidiari della Convenzione sulla Diversità Biologica, vale a dire la ventiseiesima riunione dell'Organo Sussidiario di Consulenza Scientifica, Tecnica e Tecnologica (SBSTTA, 13-18 maggio) e la quarta riunione dell'Organo Sussidiario per l'Attuazione (SBI, 21-29 maggio). Chiunque voglia partecipare alla Giornata Mondiale della Biodiversità, per il resto, ha essenzialmente due opzioni: oltre a seguire i consigli sopracitati per un mondo più green e sostenibile, potrà prendere parte alle discussioni online con gli appositi hashtag #BiodiversityDay, #PartOfThePlan e #ForNature.

Le iniziative italiane

Sono diversi gli appuntamenti sparsi nel Belpaese dedicati all’evento. In Calabria, per esempio, il Fai ha in programma di offrire a chiunque sia interessato (fino al 26 maggio) delle speciali camminate sulla Sila utili per raccontare a grandi e piccini un paesaggio ricco di specie animali e vegetali autoctone. In parallelo, Green Peace Italia lancerà lancia il progetto Bosco delle Api, un’iniziativa che dimostra concretamente come si possa combattere il declino della biodiversità e promuovere comunità più sostenibili e resilienti. Martina Borghi, responsabile della campagna Foreste di Greenpeace Italia, ha a proposito dichiarato: "Il Bosco delle Api non è solo un rifugio per gli impollinatori, ma anche uno spazio di biomonitoraggio aperto a chiunque voglia esplorare la natura. Oltre a essere una soluzione naturale contro i cambiamenti climatici, questi spazi diventano luoghi di incontro, attività didattiche e iniziative culturali, sensibilizzando così l'opinione pubblica sull'importanza della conservazione della natura". Infine, la Società Speleologica Italiana organizzerà diverse iniziative sul territorio per aumentare la consapevolezza del pubblico sull'importanza della conoscenza e della tutela della biodiversità nelle grotte. Per l'edizione 2024, l'Italia ha scelto come Animale di Grotta dell'anno il geotritone, una particolare specie che vive e si adatta all'ambiente sotterraneo.