Lunedì 17 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

Chi è Antonio Rossi, ex canoista vincitore di tre ori mondiali

I successi e il difficile momento vissuto nel 2021

Antonio Rossi

Antonio Rossi

In queste ultime settimane, Antonio Rossi ha deciso di raccontare aneddoti del suo glorioso passato sportivo, in una sorta di bilancio tra successi e momenti difficili. L’ex canoista italiano, campione olimpico e mondiale nel kayak velocità, ha anche ricordato l’infarto avuto mentre pedalava per la Granfondo Pinarello a Conegliano.

Antonio Rossi, la carriera e la vita privata dello sportivo

Nato a Lecco il 19 dicembre 1968, Antonio Rossi ha iniziato a dedicarsi al kayak a partire dal 1982, mentre frequentava ancora il liceo, da studente. Il suo primo trionfo internazionale avviene appena dieci anni dopo. Nel 1992, insieme a Bruno Dreossi, ha vinto la sua prima medaglia di bronzo, ai Giochi Olimpici di Barcellona 1992, nel K2 500 m.

Nel 2000 arriva l’oro a Sydney, seguito quattro anni dopo, nel 2004, dall’argento ad Atene. I riscontri sportivi continueranno anche a seguire, con una serie di qualificazioni importanti. Per la specialità K2 1000 m ha conquistato tre medaglie d'oro ai campionati del mondo (nel 1995, 1997 e 1998) e due d'argento ( nel biennio 1993 e 1994). In totale vanta tre ori mondiali, uno europeo, cinque Olimpiadi con tre ori, un argento e un bronzo. Recentemente, come abbiamo anticipato, Antonio Rossi ha anche raccontato il drammatico momento vissuto quell’indimenticabile domenica 18 luglio 2021. Lo sportivo non stava pagaiando ma pedalava per la Granfondo Pinarello a Conegliano. E proprio in quel frangente lo ha colpito un infarto.

Lui stesso ricorda di aver provato una forte nausea, poi il formicolio. Si decise quindi a chiamare il numero del pronto intervento alle gare che, aveva, per caso, salvato sul suo cellulare. Nacque l’allarme e l’allerta quando si rese conto che non riusciva a salire sullo scooter. Gli fecero immediatamente un test sul posto e arrivò il verdetto inaspettato: stava avendo un infarto e il ricovero celere gli salvò la vita. Tra gli amici più cari annovera Jury Chechi. E lui stesso evidenzia la motivazione principale: “È un fratello. C’era alla gran fondo di Conegliano, tra i primi che ho cercato dopo aver capito che stavo male davvero. Ha chiamato lui mia moglie Lucia. Momenti brutti e momenti belli: ne abbiamo vissuti di ogni insieme”. Proprio per questo motivo ha scelto proprio “Jury” come secondo nome per suo figlio. Si sono conosciuti nel 1996 in giuria al concorso di Miss Italia. Antonio era un giurato, Jury Chechi – invece- il Presidente. Vista anche la sua bellezza evidente, Antonio Rossi ha accettato di posare per uno scatto senza veli. Una scelta che ha avuto conseguenze non piacevoli.

Era il 2002 ed erano fotografie per una nota rivista. Antonio vide Massimiliano Rosolino con solo la cuffia e gli sorsero dei dubbi. Il collega glieli fece passare e lui accettò di posare solo coperto da una pagaia: “La “mia” Guardia di Finanza non approverebbe mai. Hanno mostrato altre immagini di sportivi: se lo fanno loro perché non tu? Ok. Poi però la foto vestito della sola pagaia è finita in copertina ed è successo un putiferio: la Gdf non era felice e nemmeno mia moglie. Diciamo che da allora sono molto, molto attento…” Antonio Rossi, nel 1996, si è sposato con Lucia Micheli, anche lei campionessa di canoa kayak e la coppia ha avuto due figli: Angelica (2000) e Riccardo Yuri (2001).