"Cari bambini, così saggi e puri". Papa Francesco si racconta

Più un parroco che un Papa. Quasi un nonno che, invece di borbottare e lagnarsi – non c’è da stupirsi...

"Cari bambini, così saggi e puri". Papa Francesco si racconta
"Cari bambini, così saggi e puri". Papa Francesco si racconta

Più un parroco che un Papa. Quasi un nonno che, invece di borbottare e lagnarsi – non c’è da stupirsi se davanti alla sua stanza a Santa Marta tiene appeso il cartello “Vietato lamentarsi“ –, guarda con fiducia ai più piccoli. Non si manca di rispetto a Francesco nel descriverlo per quello che, trascorsi i vagheggiamenti adolescenziali su un futuro da macellaio o da medico, ha sempre desiderato essere, un prete a servizio della gente. E per quello che si mostra nel libro illustrato Cari bambini... Il Papa risponde alle vostre domande , a cura del vaticanista Domenico Agasso.

Destinato in primis ai più piccoli, il testo scaturisce dalle loro domande al Papa che nelle risposte si cala in problemi complessi come i cambiamenti climatici, le guerre, la sofferenza, le tensioni in famiglia, la perdita di un genitore, la vita dopo la morte. Bergoglio sa di avere ascoltatori curiosi ed attenti, capaci di dare ancora tempo al tempo. Racconta di sé, della sua infanzia condita da interminabili corse dietro una pelota di stracci, del padre che gli leggeva il libro Cuore, il tono è accattivante e spontaneo.

Il Papa incoraggia "un’alleanza tra voi bambini e gli anziani", in nome di una trasmissione fra generazioni di storie e valori, ma non fa dei più piccoli dei meri destinatari di sapere. Piuttosto li “mette in cattedra“, "perché siete saggi, avete il cuore puro". Il risultato è un libro da condividere tra figli e genitori, con la speranza che quest’ultimi apprendano sempre meglio quanto vi sia da imparare dalla “scuola“ dei bambini.

Giovanni Panettiere

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro