Mercoledì 17 Luglio 2024
CONTENTS
Magazine

Tutti pazzi per il Bookclub Royal, il club letterario della regina Camilla

La sovrana, moglie di re Carlo, è un’appassionata lettrice della saga di Harry Potter

BRITAIN ROYALS COMMONWEALTH

BRITAIN ROYALS COMMONWEALTH

Nel panorama culturale britannico, The Queen’s Reading Room, iniziativa sulla lettura lanciata dalla regina consorte Camilla e dedicata a un bookclub royal, è emersa come uno dei progetti più significativi messi in campo dalla sovrana. Nato durante la pandemia come community letteraria su Instagram, l'iniziativa ha ricevuto lodi da varie parti ed è stato presto considerato il fiore all’occhiello di Camilla nella sua ascesa al trono, un modo per avvicinarla ai sudditi che con lei non sono mai stati troppo clementi, nel ricordo dell’indimenticata Lady Diana. Questo progetto, inizialmente avviato senza il titolo regale, ha superato ogni aspettativa, posizionandosi potenzialmente allo stesso livello del celebre bookclub lanciato da Oprah Winfrey negli Stati Uniti oltre vent'anni fa.

Approccio diretto

Quello che forse non tutti sanno è che The Queen’s Reading Room è nato da una passione autentica di Camilla per la lettura. Ciò che era iniziato come una serie di suggerimenti letterari condivisi sui social media si è rapidamente evoluto online. Camilla, da sempre assidua lettrice, seleziona personalmente i titoli da includere, arricchendo le sue scelte con recensioni scritte di suo pugno. Questo approccio diretto e personale ha contribuito significativamente all'aumento delle vendite dei libri da lei consigliati, con buona pace degli scrittori, degli editori e dei librai.

Di recente, Camilla ha ampliato l'iniziativa con l'introduzione di un podcast che ospita interviste con autori di rilievo. Questo nuovo progetto offre una piattaforma per discutere di una vasta gamma di generi letterari e riflette l'intento della regina di approfondire ulteriormente il suo impegno culturale. Oltre ai libri, la regina inglese ama molto anche il giardinaggio e le nuotate al mare.

Harry Potter

La regina Camilla, in passato, non ha nascosto il suo amore per il mondo magico di Harry Potter, esprimendo il desiderio di visitare i luoghi iconici della saga. “Mi piacerebbe salire sull'Hogwarts Express e vivere l'atmosfera incantata del castello, incontrare Albus Silente e gli altri personaggi magici” ha dichiarato. In una clip del primo episodio del podcast The Queen’s Reading Room la regina ha raccontato che le piace leggere la celebre saga ai suoi nipoti, “più di ogni altra cosa”. Camilla ha anche rivelato che re Carlo è un imitatore perfetto e un grande intrattenitore dei piccoli di casa: “Lui legge Harry Potter e riesce a fare tutte le voci diverse," ha affermato, con riferimento al marito, “e penso che i bambini apprezzino molto questo”.

Ironia

Ma la sovrana ha fatto anche delle scelte sorprendenti per il suo bookclub royal, selezionando, accanto a grandi classici e bestseller di successo, anche testi che nessuno o quasi si sarebbe mai aspettato, soprattutto da lei. Per il suo club di lettura, per esempio, la monarca ha dato risalto anche al romanzo thriller ‘The Lords’ Day’, una storia immaginaria su una fittizia violazione della sicurezza all’apertura del Parlamento inglese, con tanto di ostaggi illustri come re Carlo e altri membri della famiglia reale. Alla BBC l’autore, Michael Dobbs, che è anche membro della Camera dei Lord, ha detto di essere stato "totalmente sorpreso, molto emozionato e profondamente onorato" e ha rimarcato che la scelta della regina dimostrava anche la sua ironia e la sua apertura culturale.

Altre iniziative

La popolarità del bookclub royal non si è fermata ai social media. Il primo festival letterario dedicato all’iniziativa, tenutosi l'anno scorso, ha ottenuto grande partecipazione. La seconda edizione, che si è svolta l'8 giugno presso la celebre dimora di età Tudor Hampton Court Palace, a Londra, ha visto la partecipazione di autori di fama come Lee Child e Ian Rankin, e attrici come Helena Bonham Carter e Miriam Margolyes. In parallelo, la regina Camilla è patrona di diverse organizzazioni internazionali che promuovono la lettura, sempre con l'obiettivo di ispirare nuove generazioni e chi legge poco a scoprire il piacere dei libri. Un impegno a 360 gradi, accolto con entusiasmo dai lettori di ogni età.