Roma, 22 febbraio 2019 – Finalmente esce un po’ di sole, si intravede l’arrivo della primavera, è tempo di ritrovare l’equilibrio e la forma fisica visto che la bella stagione è ormai alle porte. Prepariamoci per tempo, facendo scorte di energia, con un training graduale appropriato. Oggi è possibile costruire un pacchetto benessere su misura. Durante il periodo invernale in media si prendono dai tre ai cinque chili, che per essere smaltiti richiedono un allenamento, occorre rimettersi in moto per bruciare calorie.

MOVIMENTO. Chi vorrebbe danzare e prova vergogna può farlo in casa o in giardino, lontano da sguardi indiscreti, sfogandosi e divertendosi fino a quando arriva il fiatone. Oggi la tecnologia permette di allenarsi ballando anche grazie a software di ultima generazione che aiutano a trovare il ritmo e l’ispirazione. Per lei è indicata la musica dance, che coinvolge soprattutto gambe, glutei e polpacci. Per lui, con la musica hip hop si potenziano addominali, arti e dorso: a caratterizzare questi ritmi musicali quasi tribali sono le percussioni. La elettrodance invece è una alternativa, coinvolge tutto il corpo, costringe a una coordinazione fatta di scatti e movimenti che coinvolgono tutte le articolazioni: braccia, gambe, vertebre, collo, muscoli degli arti inferiori e superiori, glutei, addominali.

CONCENTRAZIONE. Provare a fare training autogeno. Anche in maniera spontanea. Vi verrà voglia, successivamente, di allenarvi con gli istruttori. Ma per iniziare, per rompere il ghiaccio, provate con le tecniche di autodistensione e rilassamento fai da te, che consentono di recuperare in poco tempo un’idea di completo benessere psicofisico. Gli esercizi si trovano anche sul web, su YouTube, e una volta appresi per imitazione possono essere eseguiti in autonomia, in base ai propri bisogni e inclinazioni personali. Questa pratica - assicurano gli esperti - è indicata per tutte le persone che vogliono migliorare le prestazioni in ambito scolastico, sportivo, professionale o, semplicemente, desiderano sentirsi meno stressati. È inoltre molto efficace per recuperare le energie, migliorare l’autocontrollo, ridurre i livelli di stress e ansia, risolvere disturbi come insonnia, colite, cefalea. La concentrazione metterà in moto la voglia di fare attività fisica.

BILANCIA. Bastano anche solo trenta, quaranta minuti di camminata a passo svelto per iniziare a trovare dei benefici, svegliando il nostro metabolismo assopito, ma la regola base per fare progressi è iniziare a segnare sul calendario il peso corporeo, misurando i progressi con la bilancia. Certo, il peso non è tutto, quello che conta è il rapporto tra il tessuto adiposo, il grasso, e le fibre muscolari, ma rende l’idea. L’importante è che progressivamente la massa muscolare abbia un incremento, in modo da sciogliere il grasso divertendosi. Per la maggior parte degli italiani i punti in cui si accumula il grasso sono il giro vita per gli uomini e la zona compresa tra cosce e fianchi per le donne

PSICOLOGIA. Con l’arrivo della primavera, incomincia il periodo in cui la maggior parte di noi sente l’urgenza di smaltire i chili di troppo presi durante la pausa invernale. Ma senza strafare. Occorre pianificare una tabella di marcia che non sia traumatica. Consiglio innanzitutto di seguire una dieta equilibrata, di pari passo con l’esercizio fisico, una settimana di pasti regolari permette di iniziare un percorso di benessere psicologico, che prevede necessariamente un risveglio sensoriale. Utille ad esempio annusare profumi agrumati, e fare esperienze tattili per riscoprire le sensazioni al contatto con la pelle, buona la visione di quadri colorati, antesignana della cromoterapia, e l’ascolto di musica in condizioni ideali. Chi è prevalentemente pigro e depresso deve scegliere colori vivaci e circondarsi di ritmi musicali intensi e coinvolgenti. La mindfulness, ad esempio, è una pratica meditativa che insegna a superare le situazioni stressanti, ma va adattata a seconda dell'impronta caratteriale della persona. Senza perdersi con i pensieri negativi rivolti al passato o nel pessimismo che guarda al futuro, atteggiamento che spesso pregiudica la vita presente e impedisce di cogliere tutte le opportunità positive

DIETA. Evitate le diete fai da te, chiedete un consiglio al medico. Però qualche atteggiamento costruttivo a tavola, qualche accorgimento in attesa di parlare di nutrizione con un professionista titolato. Anche perché ogni persona ha una struttura fisica diversa, e cambia anche nel corso degli anni. Se un giusto peso e una restrizione calorica sono dei fattori generalmente positivi per la salute, nel caso delle donne alte e magre, con un BMI inferiore a 19/20, il discorso cambia, queste devono tutelare la riserva di calcio delle ossa. Se una donna alta 160 cm da 60 chili raggiunge i 54, già notiamo una alterazione in senso negativo sul metabolismo scheletrico. Stessa cosa per un uomo di 90 chili che raggiunga un peso di 81.

ROBUSTEZZA. Pochi sanno che la sintesi di osso nuovo viene stimolata da uno stimolo meccanico da parte dei muscoli, e che quindi la perdita di massa muscolare diminuisce questa sollecitazione sullo scheletro e le articolazioni. Se non vi muovete abbastanza, chiedete a un allenatore, a un riabilitatore, a una persona amica, di assistervi e spronarvi.

ENERGIA. Utilizzare correttamente la propria energia, rigenerarla e non sprecarla per affrontare al meglio tutti gli impegni della vita quotidiana, privata e professionale. Sono numerose, in primavera, le occasioni per mettere in moto le nostre energie addormentate. Ad esempio, quando vi recate in auto da qualche parte evitate di perdere tempo alla ricerca di un posto auto, parcheggiate lontano e andate a piedi agli appuntamenti.