Martedì 23 Aprile 2024

Addio Assante, una vita in musica

Il giornalista e critico musicale Ernesto Assante è scomparso a Roma all'età di 66 anni a causa di un ictus. Con una carriera ricca di successi, ha lasciato un'impronta indelebile nel mondo della musica e del giornalismo.

Addio Assante, una vita in musica

Addio Assante, una vita in musica

È morto ieri a Roma Ernesto

Assante, storica firma di Repubblica, giornalista, musicologo, blogger, critico attento e raffinato. Aveva compiuto da qualche giorno, il 12 febbraio, 66 anni. Colpito da un ictus, è stato ricoverato immediatamente in ospedale, ma le cure si sono dimostrate inutili. Nato a Napoli, dopo gli inizi in radio, dalle prime emittenti rock romane a Radio 1 e a Sterenotte, e l’esperienza come critico musicale del Manifesto, nel 1979 Assante è arrivato a Repubblica, dove è stato critico musicale e poi caporedattore, inventore del settimanale Musica, ideatore di Computer Valley e Computer, Internet e Altro e direttore di McLink e Kataweb. Ha collaborato anche con settimanali come Epoca, L’Espresso, Rolling Stone e di recente con Rockol. Ha curato alcune voci relative al pop e al rock per la Treccani. In tv è stato consulente musicale per Domenica In, Orecchiocchio, Doc e autore di Sanremo Rock e del Cantagiro. Ha firmato la prima edizione del Pavarotti & Friends nel 1992 e numerosi show con Fabrizio Frizzi, Renzo Arbore, Milly Carlucci, Elisabetta Gardini, Loretta Goggi. Ha curato On the Road, mostra dedicata a Jack Kerouac, con l’esposizione del manoscritto originale del libro, nello spazio Auditorium Arte di Roma.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro