Tra terra e mare, la primavera di Malta

Meta cool in ogni stagione, l’isola ha fatto da set a oltre 120 film

di ROBERTA RAMPINI -
21 febbraio 2024
Malta

Malta

A meno di due ore di volo dall'Italia, con il suo clima mediterraneo, il mare blu, edifici barocchi e cattedrali cristiane e la capitale ricca di storia, Malta da qualche anno è diventata il set ideale di grandi produzioni cinematografiche americane.

Oltre 120 film sono stati girati a Malta. I due esempi più famosi recenti, Ridley Scott che ha girato sull'isola sia Napoleon che il Gladiatore 2 in uscita per la fine del 2024. Il regista ha scelto di registrate il sequel del Gladiatore a Malta, sfruttando la luce di questo angolo del mediterraneo e la roccia dorata tipica dell'isola per ricreare l’antica Roma. Ma il regista americano non è l'unico ad amare quest'isola, Malta è tra le 10 mete più ricercate su Google del 2023. Anche National Geographic per il 2024 ha designato la capitale Valletta tra le mete più cool. Ecco qualche consiglio di viaggio tra terra e mare.

Malta sull'acqua
Malta sull'acqua

Cosa c'è da visitare a Valletta 

Capitale di grande fascino in meno di un chilometro quadrato custodisce edifici e palazzi dal fascino a partire dalla Concattedrale di San Giovanni dove sono conservati due capolavori di Caravaggio, tra cui la Decollazione di San Giovanni, la tela più grande dipinta dall’artista e l’unica che abbia mai firmato. Un capolavoro dell'arte barocca, a dispetto della facciata molto sobria, nasconde al suo interno grandi meraviglie. Dagli affreschi sulla volta che riportano la vita di San Giovanni Battista ad opera di Mattia Preti, al pavimento finemente decorato che riporta gli stemmi e le effigi tombali dei Cavalieri dell’Ordine di Malta. Anche le otto cappelle che caratterizzano la chiesa sono dedicate alla storia dell’Ordine.

Malta
Malta

Il Palazzo del Gran Maestro è la seconda grande attrazione turistica, come suggerisce il nome, era in origine la residenza del Gran Maestro dell’Ordine di Malta. Oggi il palazzo ospita l’Ufficio del Presidente di Malta. All’interno del palazzo, si possono visitare le Camere di Stato, che comprendono la Sala del Consiglio, la sala da pranzo ufficiale, la Sala del Consiglio Supremo e la Sala d’Attesa dei Paggi. Si possono anche ammirare la camera dell’ambasciatore, la sala delle udienze dell’ex Gran Maestro. Ancora oggi i presidenti maltesi accolgono qui degli ospiti stranieri. Nella parte del palazzo che un tempo era adibita a stalla, è anche possibile visitare l’armeria.

Tappa obbligatoria sono anche gli Upper Barrakka Gardens, splendidi giardini pubblici, la terrazza realizzata nel 1661 dal cavaliere italiano Fra Flaminio Balbiani, regala una splendida vista del porto della capitale maltese. Sono circondati da palme e all’interno ci sono una bellissima fontana e numerosi monumenti in memoria di personaggi protagonisti della storia maltese e non, come Winston Churchill. Da non perdere il colpo di cannone presso la Saluting Battery, un’antica piattaforma cerimoniale da cui si sparano, due volte al giorno, colpi di cannone a salve, in memoria del rituale che avveniva in passato come saluto alle navi di passaggio nel porto. Da vedere anche il Siege Bell eretto nel 1992, nella zona del porto, in memoria delle oltre 7000 vittime maltesi della Seconda Guerra Mondiale. Ed ancora, Forte Sant’Elmo, antica fortificazione prende il nome da Sant’Elmo, Santo patrono dei marinai, e venne costruito nel 1551. Si trova all’estremità della penisola di Sciberras, separando la Baia del Porto Grande dalla piccola Baia di Marsamucetto. Il forte rappresenta un vero e proprio monumento alla resistenza cristiana nei confronti dell’invasione ottomana.

Vicino a Forte sant'Elmo si trova il National War Museum uno dei musei più popolari di Malta. L’edificio in origine ospitava una fabbrica di polvere da sparo, che venne trasformata in armeria nel 1853: qui infatti si facevano le esercitazioni antiaeree durante la Seconda Guerra Mondiale. Focalizzato sul periodo della Prima e della Seconda Guerra Mondiale e sulla storia militare di Malta, il museo dal 2015 ospita anche materiale proveniente dall’età del bronzo fino al 2004, anno di ingresso di Malta nell’Unione Europea. L'Auberge de Castelle è uno splendido palazzo situato nel centro storico della capitale ospita l’ufficio del Presidente della Repubblica e la Camera dei Deputati. Non è aperto al pubblico ma merita comunque una visita per ammirarne l’imponente facciata, restaurata l’ultima volta nella seconda metà del 2014.Il Parlamento di Malta inaugurato il 4 maggio del 2015, dopo 7 anni di lavoro sotto la direzione dell’architetto Renzo Piano che avviò il progetto nel 2008, è considerato oggi uno degli edifici più belli d’Europa. Costruito nel 1731 per intrattenere i cavalieri e la popolazione, merita una visita anche il teatro nazionale maltese o “Teatru Manoel” è uno dei più antichi d’Europa. Molto piccolo ma grazioso colpisce per la sua elegante sala barocca con un imponente lampadario d’oro. È possibile visitarlo (con audio guida se lo desiderate), partecipare ad un concerto o ad uno spettacolo teatrale.

Prime sensazioni d’estate a Malta 

La primavera, le prossime vacanze pasquali, i ponti del 25 aprile e del 1° maggio a Malta offrono tante opportunità per un primo assaggio d’estate. L'arcipelago maltese possibilità vi offre tante possibilità per godere in mare. Le possibilità di gite in barca a Malta sono davvero tante, alcune sono sempre disponibili e quindi più facilmente fruibili. Come per esempio la visita alla Blue Grotto, l’iconico arco di pietra che si trova al sud-ovest di Malta e che con una breve gita in barca permette di essere visitato insieme alle caverne adiacenti. Ci sono anche escursioni che partono da Inland Sea, nella località di Dwejra a Gozo: un pittoresco lago salato collegato al mare aperto da una stretta fenditura tra le scogliere che si può attraversare grazie a piccole barche accompagnati dai pescatori locali. Un'altra escursione in barca facile da organizzare è quella con la dghajsa è un’imbarcazione tradizionale maltese, molto simile ad una gondola, che sin dall’epoca dei Cavalieri, viene utilizzata per il trasporto delle persone. Ancora oggi c’è una cooperativa di barcaioli che accompagna chiunque lo desideri a bordo di questi suggestivi natanti attraverso il grande porto monumentale di Valletta. Un’escursione spettacolare per ammirare dal mare sia lo skyline della capitale che quello delle rinomate Tre Città poste sul lato opposto del fiordo che costituisce il porto di Valletta. Tipico paesino di pescatori Marsaxlokk si trova a sud di Malta. Il suo porticciolo è uno dei luoghi più fotografati delle isole, perché vi sono attraccate decine di luzzu i caratteristici e coloratissimi pescherecci maltesi. Qui il pesce arriva fresco ogni giorno e per questo motivo vi suggeriamo di visitare questo paesino per una sosta gastronomica fermandovi a mangiare in uno dei numerosi ristoranti vicino al mare, ammirando la linea dell’orizzonte. Se siete avventurosi e non temete il contatto con l’acqua fresca e limpida, vi consigliamo di raggiungere Gozo e organizzare un’uscita in Stand Up Paddle o in kayak per esplorare le tante insenature della costa della seconda isola dell’arcipelago maltese. La terza (ma disabitata) isola dell’arcipelago maltese è Comino. Celebrata per la sua Blue Lagoon, Comino è anche un luogo suggestivo da raggiungere in barca per essere facilmente esplorata a piedi, soprattutto in primavera, quando il territorio è verdeggiante e il sole non è particolarmente intenso. È possibile compiere l’intero periplo dell’isola lungo il quale si incontrano alcuni luoghi di particolare interesse, come la Torre di Santa Maria risalente al XVII secolo ed usata dai Cavalieri di Malta come punto di avvistamento e difesa.