Conoscere gli animali: ecco 10 parchi faunistici in Italia dove andare coi bambini

Leoni, tigri, asini e stambecchi, animali in libertà e aree naturali. Bioparchi, giardini zoologici e zoo safari da visitare con tutta la famiglia, per avvicinare i più piccoli all’importanza della tutela delle specie e della biodiversità. Divertendosi

di MONICA GUERCI -
29 maggio 2024
Oasi degli elefanti in un parco faunistico

Oasi degli elefanti in un parco faunistico

Passeggiare in aree naturali con la possibilità di incontrare molto da vicino gli animali e conoscerli. Divertirsi, giocare, assistere a uno spettacolo e partecipare a laboratori dedicati all’ambiente. I bioparchi in Italia sono un’esperienza entusiasmante adatta a tutta la famiglia, con l’arrivo della bella stagione sono un’occasione per avvicinare in modo diretto i bambini al mondo animale e vivere una o più giornate all’aria aperta.

Zoom Torino
Zoom Torino

Visitare un parco faunistico, che sia un giardino zoologico (con percorso pedonale e animali che vivono all'interno di gabbie o recinti più o meno grandi) o uno zoo safari (con animali ospitati in condizioni di semilibertà all'interno di ampie zone visitabili a bordo dalla propria auto o con trenini, auto elettriche, pulmini), significa trascorrere alcune ore o un'intera giornata di incontro ravvicinato con animali diversissimi tra loro, consentendo ai più piccoli di comprendere l'importanza della conservazione delle specie e della biodiversità. Eccone 10 da visitare che si differenziano per area geografica, specie animali tutelate e attività proposte.

Bioparco Roma, Lazio

Roma Bioparco
Roma Bioparco

Il Bioparco Roma, incastonato nel verde di Villa Borghese, è il più antico d'Italia. Aperto tutto l’anno, qui si possono vedere 1200 animali di circa 150 specie tra rettili, mammiferi e uccelli. L’elefante asiatico, l’orso Bruno, tigri, giraffe, panda rossi. Sono tutti animali nati al Bioparco o in altre strutture zoologiche. Da molti anni, infatti, la concezione di zoo è cambiata e gli animali non vengono più acquistati o prelevati nel loro habitat naturale. Grazie al network delle strutture zoologiche coordinato dall’Eaza, gli animali vengono trasferiti da una struttura all’altra con criteri e modalità che rispettano il loro benessere. Il Bioparco svolge un importante ruolo di sensibilizzazione  delle tematiche ambientali e della salvaguardia degli ecosistemi, con conferenze, seminari, laboratori, visite guidate. Molti anche i progetti di conservazione delle specie animali a rischio di estinzione realizzati con istituzioni di ricerca. Tutto l’anno vengono organizzati eventi per famiglie e visite guidate per bambini seguendo le stagioni e anche i nuovi arrivi: quest’anno è nata Kala, una splendida cucciola di tigre di Sumatra.  Appuntamento fisso invece ogni sabato, domenica e festivi con i Pasti degli animali, un’occasione unica per approfondire le conoscenze sugli esemplari del parco come macachi, lemuri catta, gli elefanti, orsi, scimpanzè, otarie e pinguini, e su tutto ciò che è legato all’ambiente naturale e alla sua conservazione.

Zoomarine Roma, Lazio

Il parco si trova a pochi chilometri a sud di Roma, a Torvaianica, nel comune di Pomezia, vicino al mare. Zoomarine è un parco divertimenti con giostre adrenaliniche e montagne russe, è un parco acquatico con piscine e acquapark, zone relax e punti ristoro. E’ uno giardino zoologico che unisce intrattenimento e offerta educativa, la prima struttura Italiana ad aver ricevuto l’attestazione nel 2009. Nei suoi 4 ettari ci sono aree zoologiche: L'isola dei Delfini, La Baia dei Pinnipedi, La Foresta dei Pappagalli, L'Area amici di zampa, la Passeggiata dei Pinnipedi, dove è possibile ammirare dimostrazioni educative di delfini, foche e leoni marini, uccelli tropicali e acquatici e cani. Ospita più di 400 specie animali. Per i bimbi più avventurosi ci sono anche incontri virtuali con draghi e dinosauri.

Parco Natura Viva, Veneto

Aperto tutti i giorni il Parco Natura Viva, nel comune di Bussolengo in provincia di Verona a due passi dal lago di Garda è molto più di parco zoologico, è uno dei principali centri di tutela per le specie minacciate e a rischio estinzione che il 1° marzo ha festeggiato il 55° anno a difesa della biodiversità. Qui vivono oltre 250 specie animali e circa 2000 esemplari suddivisi in tre grandi aree. Tra i nuovi arrivi quest’anno due baby ocelot e dallo zoo di Madrid è sbarcata la compagna del formichiere gigante Kanuku, l’unica coppia d’Italia di questa specie vulnerabile di estinzione. Per visitare il parco c’è la possibilità di fare uno “zoo safari”, a bordo del proprio veicolo alla ricerca degli abitanti della savana: gnu, antilopi, zebre, giraffe, leoni, ghepardi e iene sono soltanto alcune delle specie che vivono in libertà. C’è inoltre il parco faunistico in un bosco di querce in cui vivono gli animali della fattoria, ma anche lupi, linci e renne. Durante la stagione 2024, ci sono attività per tutti, laboratori, talk con gli esperti ed eventi speciali dedicati alle specie animali, ai progetti di conservazione e a tematiche ambientali. Tra le iniziative “Keeper per un giorno” il sabato pomeriggio: grandi e piccini preparano la merenda-gioco per una specie del Parco. Mentre la domenica ci sono i “Laboratori per bambini” con lo staff di biologi e naturalisti del Settore Educativo e della Cooperativa Biosphaera.

Parco Faunistico le Cornelle, Lombardia

Il cucciolo di Gufo africano recentemente arrivato al Parco Le Cornelle
Il cucciolo di Gufo africano recentemente arrivato al Parco Le Cornelle

Il Parco Faunistico Le Cornelle a Valbrembo (Bergamo) si estende su una superficie di 126.000 mq ed accoglie circa 120 specie animali, tra mammiferi, volatili e rettili. Le strutture che li ospitano seguono le più moderne linee europee riguardo al benessere degli animali, garantendo una vita il più possibile vicina alla condizione selvatica. L'accesso al Parco è consentito esclusivamente a piedi (tranne per i passeggini). Oltre alle specie più conosciute i bambini hanno la possibilità di osservare esemplari rari o in pericolo di estinzione, come il Leopardo delle Nevi, i Leoni Bianchi e la Tigre Bianca. Il Parco offre un programma didattico strutturato per bambini di tutte le fasce di età. La durata delle visite guidate varia da una, due o quattro ore e le visite sono organizzate in collaborazione con un team di naturalisti. All'interno del Parco sono presenti un ristorante, un self­service, una pizzeria, cinque bar dislocati in punti diversi del Parco, un’area pic­nic, un parco giochi e se a fine giornata siete stanchi di camminare, potete salire sul trenino, per un giro all'interno del Parco.

Safari Park a Varallo Pombia, Piemonte

L'ammotrago, pecora selvatica africana (foto Safari Park)
L'ammotrago, pecora selvatica africana (foto Safari Park)

Animali ma anche spettacoli e parco divertimenti. È il Safari Park di Varallo Pombia, parco safari, divertimenti e faunistico istituito nel Comune di Pombia in provincia di Novara, a pochi minuti dal Lago Maggiore e a soli 45 minuti da Milano. Il Parco si estende su un’area di 450.000 mq, accoglie oltre 400 animali e 110 specie diverse, di cui attualmente tre in via di estinzione: l’Antilope Addax, l’Asino Somalo e il Cobra Reale. Seguendo il percorso a bordo della propria macchina si potranno vedere animali in libertà come: zebre, giraffe, leoni, ippopotami, elefanti e tanti altri a portata di “finestrino”. La visita si può percorrere anche con il trenino del parco il safari. Il percorso è lungo circa 5 km. Inoltre c’è l'area pedonale dove ci sono un rettilario, l’acquario, la fattoria far west e le dimostrazioni di volo dei rapaci liberi tra il pubblico. Annesso c’è anche un parco divertimenti dove i bimbi trovano una dozzina di attrazioni e il camping con bungalow, piazzole per camper e tende.

Bioparco Zoom, Piemonte

Zoom Torino
Zoom Torino

Il Bioparco Zoom immersivo di Cumiana, alle porte di Torino propone un viaggio, rigorosamente a piedi, nella natura di Asia e Africa, alla scoperta di oltre 80 specie animali nei loro habitat, senza reti né gabbie ma con barriere naturali come l’acqua. Si può nuotare tra i pinguini africani, immergersi in un lago per osservare gli ippopotami subacquei, salire in groppa a un elefante, incontrare tigri, giraffe, zebre, tartarughe giganti, pellicani e fenicotteri. Biologi e veterinari ne garantiscono il benessere e organizzano incontri per soddisfare ogni curiosità. C’è anche uno spazio appositamente dedicato ai più piccoli, come l’isola dei lemuri che scorrazzano liberi fra i visitatori. Il parco ospita, su 160mila metri quadri, 12 habitat, di cui due acquatici, con oltre 300 animali. Gli ultimi arrivati, un anno fa, sono i tre leoni che vivono all’interno dell’habitat africano. L’ultima esperienza immersiva inaugurata è stata l’Oasi delle Farfalle all’interno dei Giardini Meraviglia che riproduce in 2000 metri quadri una foresta pluviale con 400 farfalle che vivono libere nella serra tropicale insieme a camaleonti, insetti stecco, falene e scarabei giganti e oltre 300 tra piante tropicali. A ridosso degli habitat naturali c’è il Lake Eyasi Glamping per prolungare la gita soggiornando una notte nella savana a due passi da Torino in Villa, Lodge o Tenda. 

Safari Ravenna, Emilia Romagna

Lemuri, Safari Ravenna
Lemuri, Safari Ravenna

Il Safari Ravenna, è un parco faunistico dove vivono più di 1.000 animali di oltre 100 specie diverse fra cui animali selvatici senza barriere. Il percorso è quello classico a bordo di un proprio mezzo (auto/camper/pullman) o quello avventuroso con la macchinina elettrica del parco o quello didattico con il trenino dove sono posizionati secchielli di carote per dare da mangiare alle giraffe e alle zebre, un viaggio fra gli animali in libertà con l’emozione della conoscenza e del contatto: grazie alle guide, inoltre, si imparano i segreti degli animali e si entra in relazione con le specie più mansuete. Oltre al safari c’è l’area pedonale con l’Isola dei Babbuini, l’Isola dei Lemuri, l’Oasi degli Scimpanzé, la Dimora dei siamanghi e dei gibboni e il Polo Didattico comprendente il “Rettilario” e le aule didattiche “Aula Celli”, con un bellissimo acquario e “Piccola Fauna” e l’area gioco per i bimbi. Vicino al parco, inoltre, ci sono altre attrazioni come Mirabilandia.

Oltremare Riccione, Emilia Romagna

Visita al parco acquatico Oltremare di Riccione
Visita al parco acquatico Oltremare di Riccione

Ha compiuto 20 anni Oltremare, il family experience park di Riccione con animali, grandi spazi verdi e la Laguna dei Delfini che propone sempre un fitto calendario di eventi per bambine e bambini per scoprire tutto ciò che ha a che fare con l'affascinante mondo marino, con la formazione del Pianeta Terra e l'evoluzione della vita. Tra le attrazioni ci sono l’arena dei Rapaci, con falchi, gufi, poiane e grifoni a volo libero, la Fattoria con gli amici dell’aia, mentre nel Delta del Po ci sono laghetti con storioni, cigni, germani reali e la flora e fauna selvatica tipica delle zone umide. Un percorso Avventura a misura di bambino, l’angolo con i pony per scoprire i segreti del mondo dell’equitazione e l’area Australia Experience. La giungla Darwin con gli enormi alligatori e le sculture realizzate con materiali di recupero della mostra ‘Scart: il lato bello e utile del rifiuto. Un mare da salvare’ nell’area Salva una Specie. Il Parco, grazie ad acquari e riserve naturali, tutela particolari specie animali terrestri, marine e oceaniche. Spettacoli, mostre e giochi interattivi completano le attrazioni di uno dei parchi tematici più visitati della Riviera Romagnola.

Parco delle Gallorose, Toscana

Parco faunistico delle Gallorose
Parco faunistico delle Gallorose

Tutta la flora e la fauna del mondo in un parco faunistico: alla scoperta della biodiversità a Cecina, un’oasi verde vicino Livorno Tra la campagna toscana e il mare, situato nel cuore della costa degli Etruschi, che permette di ammirare animali rari e specie in via d’estinzione. Il Parco Faunistico Gallorose, in località Cedrino, un’oasi di 5 ettari adagiata in una posizione strategica è stato aperto al pubblico nel 2001 con un obiettivo: tutelare la biodiversità in tutte le sue forme. Tra il verde e l’ombra delle piante di olivo e i circa 14 mila tra arbusti e alberi ci si immerge in un vero paradiso naturalistico, dove sono ospitate più di 150 tra specie selvatiche e razze domestiche di mammiferi e uccelli. Il percorso di visita si sviluppa su 3km che attraversano 5 diverse zone divise per i quattro continenti tra canguri, bertucce, antilopi, scoiattoli giganti, gatti di palude del Nilo, zebre, gru, diverse specie di oche, galli selvatici, fagiani, cracidi, colombi, pappagalli, uccelli da preda, turachi, buceri, casuario, kokaburra. Immancabile la presenza della fattoria, dove sono ospitate specie domestiche come mucche pisane, cavallino di Monterufoli, maiale cinta senese, gallina livornese. La filosofia del parco abbraccia tre azioni: conservazione, educazione e ricerca. Un’altra particolarità del parco è quella delle piccole aree dedicate in parte alla civiltà contadina, con piccole botteghe come quella del falegname o del calzolaio. Interessante è quindi osservare collezioni di attrezzi agricoli, oggetti legati alla tradizione, testate di giornali, giocattoli di inizio Novecento, monete, plastici ferroviari e immagini d’epoca con ritratti e momenti di vita nei campi per un tuffo indietro nel tempo, percependo perfettamente com’era l’antica fattoria toscana. Per un soggiorno a misura bambino il Relais Antico Podere San Francesco è situato a Vada in posizione strategica e perfetto per le famiglie. Dispone di 34 appartamenti di diversa tipologia. Gioiello è la Bubble Suite, una camera dalle pareti trasparenti immersa nel verde delle colline toscane e la piscina riscaldata a 28°, aperta a partire da aprile, con a fianco il bar.

Città della Domenica, Umbria

Totalmente dedicato alla famiglia, il parco Città della Domenica di Perugia è una esperienza immersiva nella natura umbra. Nel bosco vivono liberi daini, mufloni e scoiattoli. Lungo i sentieri è possibile trovare numerosi animali della fauna italiane e europea, specie protette e animali da fattoria che i bambini possono avvicinare. Mentre una zona del parco è dedicata alla fauna esotica, tra cui: civette delle nevi, canguri, renne, struzzi, yak, lama, le lepri della Patagonia, il bufalo africano. Il parco si visita a piedi o a bordo di un trenino. Non aspettatevi montagne russe o grandi giostre, ma draghi, castelli, personaggi usciti dalle favole e un razzo gigantesco accompagnano la visita tra animazioni, intrattenimento e laboratori didattici. La mascotte è Burro, l’Asinello bianco dell’Asinara, dai grandi occhi azzurri, specie che il parco ha contribuito a salvare dall’estinzione. Infine il Rettilario, all'entrata del parco, è uno dei rettilari più importanti d'Europa.