Fioritura dei ciliegi: cos'è l'Hanami e dove ammirarlo in Italia

Uno spettacolo della natura che in Giappone è permeato da un profondo simbolismo. Ma la tradizione ha varcato i confini del Sol Levante, diffondendosi in tutto il mondo. Anche da noi

di SOFIA SPAGNOLI -
7 aprile 2024
Lo spettacolo dell'Hanami

Lo spettacolo dell'Hanami

Dove si possono ammirare in Italia gli alberi di ciliegio in fiore? I giapponesi chiamano Hanami l’arte di godere e assistere della bellezza dei fiori, in particolare di quelli di ciliegio, i sakura.

Si tratta di uno spettacolo carico di profondo simbolismo, che attrae milioni turisti ogni anno. Per celebrare questa tradizione, da gennaio a maggio, periodo della fioritura dei ciliegi, i giapponesi si riuniscono nei giardini dai toni rosati, organizzando pic-nic, serate o eventi. Questa affascinante tradizione ha varcato però i confini del Sol Levante e si è diffusa ora in tutto il mondo. Anche in Italia ci sono giardini in cui è possibile immergersi nella bellezza dei fiori di ciliegio. 

Storia dell’Hanami

L’Hanami è una tradizione antica, che risale all'VIII secolo, e coincide con il periodo in cui le antiche popolazioni dell’arcipelago giapponese festeggiavano l’inizio della primavera, cioè della stagione in cui era nuovamente possibile dedicarsi al raccolto. Tuttavia, a quel tempo, erano i fiori del susino ad affascinare di più la popolazione. Tale tendenza viene poi ribaltata in epoca Heian (794 -1185), quando il fiore di ciliegio diventa ufficialmente il più popolare. La data simbolica in cui, si dice, il sakura assurga a fiore simbolo del Giappone è l’830, quando l’imperatore Ninmyo decide di sostituire un susino all’interno di uno dei cortili del palazzo imperiale con un ciliegio.

Simbolismo

Fioritura dei ciliegi al suo massimo splendore
Fioritura dei ciliegi al suo massimo splendore

Oltre ad essere il sakura un fiore meraviglioso racchiude in sé una profonda simbologia che va oltre la bellezza. Il fiore del ciliegio fiorisce e sfiorisce in pochi giorni, per cui rappresenta la rinascita e al tempo stesso la caducità della vita, la fragilità, ma anche l’importanza di assaporare ogni momento del presente. Dal momento in cui sboccia a quello in cui sfiorisce non passano che due settimane. La fragilità di questo fiore costituisce il paradigma di uno dei concetti estetici fondamentali dell’arte e della letteratura del Sol Levante, il mono no aware, cioè stupore, meraviglia delle cose. Il concetto esprime l’idea di una bellezza straordinaria, che lascia senza parole, ma che è fragile e destinata a svanire in fretta.

Dove vederlo in Italia

Milano, Lombardia

Anche in una città grande e affollata come Milano è possibile assistere alla fioritura dei ciliegi. Consigliata la visita di piazza Piola, in cui è presente un giardino giapponese dedicato a Teresa Pomodoro, attrice e regista, fondatrice del teatro No’hma. Lo spazio ha al suo interno 21 ciliegi, 11 panche in granito rosa, un percorso pedonale a forma di goccia e opere dell’artista giapponese Kengiro Azuma. Ma il posto migliore in cui celebrare l’hanami è la Collina dei ciliegi, ricavata dai detriti per la ristrutturazione dell’Hangar Bicocca. Offre un’oasi di verde dove è possibile trovare diverse varietà di alberi, tra cui i ciliegi, anche Parco Sempione. Da visitare anche i giardini di Villa Reale, le cui fioriture primaverili, trasformano questo luogo in un vero e proprio paradiso floreale.

Vignola, Emilia-Romagna

Ciliegi in fiore a Vignola
Ciliegi in fiore a Vignola

Potete ammirare lo spettacolo dell’Hanami anche a Vignola, in provincia di Modena. A differenza della fioritura del ciliegio selvatico, che è di colore rosa, qui la fioritura degli alberi da frutto è bianca. Per onorare l’occasione, nel Paese modenese viene organizzata ogni anno la Festa del ciliegio in fiore, che quest’anno si terrà dal 6 al 14 aprile. Villanova, Emilia-Romagna

A Villanova, in provincia di Piacenza, si può ammirare l’hanami lungo la val d'Arda. Qui è presente una vera e propria strada dei ciliegi, che parte dal piccolo comune di Villanova e prosegue in direzione di Busseto, nel parmense, da percorrere anche in bicicletta. Da segnare sul calendario la Festa della ciliegia, che si tiene nel mese di giugno.

Novara, Piemonte

Anche a Novara c’è un angolo di Giappone che annuncia la primavera, in via Marconi. La pianta fiorita, che si trova nel giardino di un complesso residenziale, vicino al mercato coperto, segna l’arrivo di quella che viene chiamata ‘la Primavera di Fauser’. Felice Fauser, era un imprenditore svizzero che aveva fondato a Novara la sua azienda metallurgica. Per motivi di lavoro Fauser aveva intessuto stretto rapporti con clienti in tutto il mondo, anche giapponesi, che una volta arrivati in città per un viaggio di lavoro, gli portarono in dono un ciliegio. Morto Felice Fauser, il figlio dell’imprenditore stabilì un solo vincolo: non rimuovere mai la pianta.

Soave, Veneto

A Soave le colline venete si tingono di bianco per chilometri e chilometri. Lo spettacolo è visibile nel mese di aprile, e per godere al massimo della fioritura dei ciliegi è consigliato farlo facendo un in bicicletta.

Mason Vicentino, Veneto

Sempre in Veneto, nel comune di Mason Vicentino, in provincia di Vicenza, è presente un sentiero lungo il quale si possono ammirare gli alberi di ciliegio in fiore. Ogni Pasquetta viene organizzata la marcia del ciliegio in Fiore. L’evento perfetto per assaporare la natura in compagnai, facendo attività fisica.

Scandicci, Toscana

Nella cittadina di Scandicci, in provincia di Firenze, c'è una strada circondata da meravigliosi alberi di ciliegio, che in primavera fioriscono regalando uno spettacolo unico. Per goderne della bellezza, si consiglia di ammirarli salendo su una delle colline che circondano il paese.

Pedaso, Marche

Nelle Marche c'è un vero e proprio parco dedicato ai ciliegi di proprietà di un agriturismo, la Contea dei Ciliegi che ogni anno apre le porte a tutti visitatori per celebrare l'Hanami, organizzando un festival a tema, il Pedano Hanami.

Roma, Lazio

Fioritura dei ciliegi al laghetto dell'Eur, a Roma
Fioritura dei ciliegi al laghetto dell'Eur, a Roma

Uno dei luoghi più suggestivi della capitale in cui assistere alla fioritura dei ciliegi è il laghetto dell'Eur, un bacino d'acqua artificiale ai cui lati si trovano i 2500 sakura, che in primavera creano uno scenario meraviglioso. Vale la pena visitare anche il giardino in stile Sen’en a Roma, all’Istituto Giapponese. È il primo giardino nipponico costruito in Italia da Ken Nakajima, un architetto del Sol Levante. Comprende 1453 metri quadri di verde tra ciliegi e glicini in cui c’è anche un ponte e una piccola cascata. La visita è gratuita ma il tour e previsto in orari prefissati. Infine, ricordiamo l’orto botanico di Roma, che si trova si trova in Largo Cristina di Svezia, 24, in zona Trastevere, dove si può ammirare l’hanami, inserito in un giardino orientale con bellissimi giochi d’acqua, piccole cascate e laghetti.

Valle del Jato, Sicilia

La Valle del Jato, nel nord ovest della regione, è rinomata per i suoi splendidi paesaggi e la fioritura dei ciliegi. Durante la primavera, i campi si riempiono di fiori delicati, creando uno scenario idilliaco.