Venerdì 21 Giugno 2024

Yemen, raid aereo su funerale: 155 morti

Tra le vittime il sindaco di Sanaa, Abdel Qader Hilal

Yemen, la sala della veglia funebre sventrata dalle bombe (Ansa)

Yemen, la sala della veglia funebre sventrata dalle bombe (Ansa)

Sanaa (Yemen), 9 ottobre 2016 - E' di 155 morti e oltre 500 feriti il bilancio ufficiale, seppur provvisorio, delle vittime del raid aereo compiuto oggi a Sanaa. Le bombe hanno colpito in pieno una sala dove era in corso un funerale del padre di un esponenti di spicco dei ribelli sciiti Houthi.  Nella sala c'erano circa 2 mila persone per partecipare ai funerali di Ali bin Al-Ruwaishan, padre del ministro dell'Interno del governo dei ribelli Houthi, Jalal al Ruwaishan. Tra gli esponenti di spicco dei ribelli sciiti yemeniti che hanno perso la vita in questo attacco c'è il sindaco di Sanaa, Abdel Qader Hilal

Intanto Mohammed Abdel Salam, portavoce del gruppo Ansar Allah, che fa capo all'imam Abdel Malik al Houthi, ha già promesso vendetta contro l'Arabia Saudita, mentre il ministero degli Esteri iraniano ha condannato l'attacco così come il leader delle milizie sciite libanesi Hezbollah, che ha tenuto stasera un discorso pubblico in occasione delle celebrazioni di Ashurà a Beirut.  Da parte sua la coalizione a guida saudita nega qualsiasi responsabilità per il raid sul funerale. La coalizione afferma di non aver condotto operazioni in quella località e attribuisce ad "altre cause" la strage.