Filippine, la grande fuga dal vulcano in eruzione: migliaia di persone scappano a piedi

L’allarme per la cenere e i gas tossici che fuoriescono dal Mayon ha costretto gli abitanti dei villaggi vicini a lasciare le proprie case

Bambini evacuati nelle Filippine per l'eruzione del vulcano Mayon (Ansa)
Bambini evacuati nelle Filippine per l'eruzione del vulcano Mayon (Ansa)

Manila, 11 giugno 2023 – Migliaia di persone stanno lasciando le loro case nelle Filippine per mettersi in salvo dall’eruzione dei vulcano Mayon, uno dei 24 attivi nel Paese. 

Le autorità stanno bombardando di alert la popolazione, avvisando dei rischi per la salute, causati dalla cenere e dai gas tossici che fuoriescono dal cratere, in particolare anidride solforosa. Il ministero della Salute di Manila mette in guardia dal ‘turismo’ dell’eruzione: sono state avvistate infatti persone che risalivano il monte, soprattutto di notte, per guardare lo spettacolo della lava, esponendosi ai fumi. Chi proprio non può farne a meno è invitato a indossare una mascherina Ffp2. 

Sono già 12.800 le persone che hanno trovato riparo nei centri di evacuazione, la maggior parte si sono messi in marcia a piedi dai villaggi alle pendici del vulcano. Scene simili si erano viste per l’eruzione di 5 anni fa. 

La più potente eruzione di un vulcano nelle Filippine si è registrata nel 1991: è stata quella del Monte Pinatubo che causò più di 800 morti. 

Il Mayon si trova a circa 330 km a Sudest della capitale Manila. La mappa: