Lunedì 17 Giugno 2024

Ucraina, news in diretta. Mosca: soldati ucraini penetrati in territorio russo a Belgorod

La replica di Kiev: “Incursione condotta soltanto da miliziani russi”. Mosca: “Giusto paragonare Hiroshima a Bakhmut: entrambe distrutte da Usa”. Gruppo Wagner ribadisce: “Via da Bakhmut entro fine mese”. Borrell: “Sanzioni G7 contro la Russia vengano implementate presto”

Roma, 22 maggio 2023 – Pioggia di missili e droni in azione nella notte a Dnipro. La guerra in Ucraina prosegue con una nuova offensiva russa nella regione centro-orientale del Paese. L'esercito di Mosca ha lanciato missili e droni esplosivi. Secondo quanto riportato dall'esercito di Kiev, le difese antiaeree hanno distrutto quattro missili da crociera Kh-101 e Kh-555 e venti droni d'attacco Shahed.

Come riportato dalla russa Tass, sarebbe stato portato all'attenzione di Putin un tentativo di infiltrazione nella regione di Belgorod da parte di forze ucraine. "Il ministero della Difesa, l'FSB e il servizio di frontiera hanno riferito a Putin di un tentativo da parte di sabotatori ucraini di irrompere nella regione di Belgorod”, commenta il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, che aggiunge: “Lo scopo del sabotaggio ucraino nella regione di Belgorod è di distogliere l'attenzione dalla situazione nella direzione di Bakhmut”. Resta ancora da chiarire il coinvolgimento ucraino nello sconfinamento a Belgorod: i servizi segreti di Kiev, secondo quanto riportato dall'emittente ucraina Hromadske, attribuiscono l'accaduto a dei cittadini russi appartenenti a due gruppi paramilitari, ma senza citare gruppi specifici.

Mosca attacca anche sul fronte della propaganda. Dopo le parole di ieri di Zelensky al vertice del G7 in Giappone che avevano paragonato la distruzione di BakhmutHiroshima, annientata dalla bomba atomica del 1945, è arrivata la risposta russa: “Zelensky ha fatto bene” a fare questo paragone “perché la Casa Bianca ha orchestrato entrambe le cose”, ha detto il portavoce del ministro degli Esteri russo, Maria Zakharov.

Intanto a Bakhmut è iniziato lo sminamento. Le forze russe che hanno liberato la città stanno controllando gli edifici alla ricerca di esplosivi.

Guerra in Ucraina: le news live

10:00Bombardamento russo a Dnipro: il bilancio di feriti e danniLe forze russe hanno bombardato la scorsa notte la regione ucraina di Dnipropetrovsk con missili da crociera e droni, ferendo diverse persone, danneggiando edifici, provocando incendi e distruggendo almeno 25 automobili e due autobus parcheggiati. Lo scrive l'agenzia ucraina Ukrinform. Nella località di Hilarionivska, colpita da un drone, sette persone sono rimaste ferite e due donne, di 52 e 70 anni, sono ricoverate in ospedale. Un ferito, scrive il sito, un uomo di 27 anni ricoverato in condizioni non gravi, nel distretto di Dniprovsky. Colpita anche un'azienda a Dnipro. Le difese antiaeree ucraina, scrive ancora Ukrinform, affermano di avere abbattuto nella notte 15 droni e 4 missili da crociera nella regione, anche se alcuni di essi sono riusciti a filtrare.
10:11L’esercito di Kiev: “Bakhmut distrutta, ma non conquistata”Il Comando delle forze per le operazioni speciali ucraino ha rilasciato un video e foto che mostrano la distruzione di

Bakhmut, nel Donetsk: "La città oggi. I nostri soldati sono partiti per una missione di combattimento attraverso una città distrutta ma non conquistata", dichiara il Comando, citato da Ukrainska Pravda che pubblica le immagini. "I nostri occhi a Bakhmut: un operatore di droni che non solo controlla la posizione del nemico e corregge la nostra artiglieria. Cattura anche il modo in cui la città viene uccisa dalle forze di occupazione russe", dice il Comando.

10:16Mosca: “Gli F-16? Gli sforzi occidentali sono inutili”Il piano dell'Occidente di fornire all'Ucraina jet da combattimento F-16 di fabbricazione statunitense e di addestrare i piloti ucraini “è completamente inutile. Le nostre capacità consentono di raggiungere indiscutibilmente ogni obiettivo dell'operazione militare speciale”. Lo afferma il vice ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov, come riporta Interfax. “Nessun attacco alla sicurezza della Federazione Russa, indipendentemente dalla portata di tali misure adottate dall'Occidente collettivo guidato dagli Stati Uniti, porterà al risultato cercato dall'Occidente”, ha dichiarato Ryabkov ai giornalisti.
10:22Aiea: “Situazione a Zaporizhzhia è estremamente vulnerabile”Il direttore generale dell'Aiea Rafael Mariano Grossi in un tweet ha affermato che la situazione nella centrale nucleare di Zaporizhzhia "è estremamente vulnerabile, questa situazione non può continuare", dopo che il sito dovuto disconnettersi dalla rete elettrica ucraina. "La centrale questa mattina è scollegata dalla rete elettrica esterna per la settima volta durante il conflitto, sta usando adesso generatori diesel di emergenza per l'alimentazione; la situazione della sicurezza nucleare dell'impianto è estremamente vulnerabile. Dobbiamo decidere di proteggere l'impianto ora: questa situazione non può continuare", ha scritto.
10:41Mosca: “Giusto paragonare Hiroshima a Bakhmut: entrambe distrutte da Usa”Volodymyr Zelensky ha "paragonato Hiroshima distrutta dalla bomba atomica americana ad Artyomovsk, ed ha fatto bene perché la Casa Bianca ha orchestrato entrambe le cose". Così la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, commenta su Telegram, le parole del presidente ucraino a margine del vertice del G7, usando il nome russo di Bakhmut. Zelensky ieri, dopo la visita al memoriale di Hiroshima, ha detto che le immagini della città giapponese distrutta dalla bomba atomica ricordano quelle dei Bakhmut e delle altre città ucraine rase al suolo dall'inizio dell'invasione russa.
11:10Kiev: “720 soldati russi uccisi in un giorno”La Russia ha perso nell'ultimo giorno 720 uomini, facendo salire a 203.880 le perdite fra le sue fila dal giorno dell'attacco di Mosca all'Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di 203.880 uomini, 3.785 carri armati, 7.407 mezzi corazzati, 3.278 sistemi d'artiglieria, 565 lanciarazzi multipli, 327 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 309 aerei, 294 elicotteri, 6.129 autoveicoli, 18 unità navali e 2.830 droni.
11:25Borrell: "Sanzioni G7 contro la Russia vengano implementate presto"L'Alto rappresentante della politica estera dell'Unione europea Josep Borrell ha detto di augurarsi che "presto possano essere implementate le sanzioni decise dal G7 nei confronti della Russia". In particolare, ha affermato a Bruxelles per il Consiglio degli Affari Esteri, intende presentare "proposte concrete per attuare la decisione del G7 su nuovi tipi di sanzioni contro la Russia".
12:00Ripristinata l’energia nella centrale di ZaporizhzhiaSuspilne, l'emittente statale ucraina, riferisce che l'alimentazione elettrica esterna alla centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata ripristinata, dopo che una precedente interruzione aveva costretto l'impianto a fare affidamento su generatori diesel di emergenza. “I lavoratori dell'energia hanno ripristinato la linea di trasmissione dell'energia che alimenta la centrale. La stazione sta passando all'alimentazione dal sistema energetico ucraino”, ha riferito Ukrenergo su Telegram.
12:31Gruppo Wagner ribadisce: “Via da Bakhmut entro fine mese”Il gruppo paramilitare russo Wagner ha dichiarato oggi che i suoi militari si ritireranno da Bakhmut dal 25 maggio al primo giugno e consegneranno le loro posizioni all'esercito regolare di Mosca, dopo aver rivendicato la conquista della città ucraina orientale. "Nella periferia occidentale di Bakhmut le linee di difesa sono in posizione. Il gruppo Wagner lascerà la città tra il 25 maggio e il primo giugno", ha dichiarato Yevgeny Prigozhin, capo della milizia privata in un audio diffuso dal suo servizio stampa. La cattura di Bakhmut è stata rivendicata sabato da Prigozhin, che in quell'occasione aveva dichiarato che avrebbe consegnato il controllo della città alle truppe regolari russe il 25 maggio. "Se non ci sono abbastanza unità del ministero della Difesa per occupare Bakhmut, ci sono migliaia di generali per farlo, bisogna addestrare un reggimento di generali, dare loro tutti i fucili e tutto andrà bene", ha ironizzato oggi Prigozhin, lanciando una nuova frecciata all'alto comando militare russo.
NaN:NaNSabotatori ucraini penetrati in territorio russo a BelgorodLe forze ucraine sono penetrate in territorio russo nella regione di Belgorod e sono in corso scontri con le forze di Mosca. Lo ha detto il governatore della regione, Vyacheslav Gladkov, sul suo canale Telegram, citato dall'agenzia Ria Novosti. Su vari canali Telegram sia russi sia ucraini circolano video degli scontri, con l'utilizzo anche di elicotteri.
14:00Tajani: “Sugli F-16 a Kiev decideremo tutti insieme”"Sugli F16 decideremo tutti insieme, con i partner europei e con la Nato. Non avendo l'Italia in dotazione F16 non ne può fornire, ma lavoreremo per prendere una decisione comune con gli alleati". Così il ministro degli Esteri Antonio Tajani all'uscita dall'incontro con la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola a Bruxelles.
14:12Partigiani russi: “Basta dittatura del Cremlino. Siamo in tre città”I partigiani russi di Freedom of Russia e il Corpo dei volontari russi hanno annunciato oggi in diversi messaggi su Telegram, anche con video, di aver lanciato dei raid al confine tra Russia e Ucraina e di aver messo le loro bandiere nelle località di Bezlyudovka, Churovichi e Lyubimovka, nelle regioni russe di Belgorod, Bryansk e Kursk. E hanno lanciato un appello: "Cittadini della Russia, siamo russi come voi. L'unica differenza è che non vogliamo più giustificare le azioni dei criminali al potere e vogliamo che la dittatura del Cremlino finisca. Le prime bandiere di una Russia libera all'alba sulle città liberate", scrivono.
14:35Kiev: “Incursione a Belgorod condotta soltanto da miliziani russi”L'incursione dal territorio ucraino nella regione russa di Belgorod è condotta soltanto da miliziani russi appartenenti a due organizzazioni, Libertà per la Russia e il Corpo dei volontari russi. Lo ha detto un rappresentante dell'intelligence militare

ucraina, Andriy Yusov, alla testata Suspilne. Scopo dell'operazione, aggiunge, è “creare una fascia di sicurezza” in territorio russo.

14:41Cremlino: “Incursione a Belgorod per distogliere attenzione da Bakhmut”Un'operazione “per distogliere l'attenzione” dalla sconfitta subita a Bakhmut. Così il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha definito l'incursione avvenuta oggi dall'Ucraina nel territorio russo nella provincia di Belgorod.
14:55Putin informato dell’azione di Kiev a BelgorodIl presidente russo Vladimir Putin è stato informato dell'azione ucraina nella regione di Belgorod. Lo ha reso noto il Cremlino citato dall'agenzia Ria. Il governatore della regione, Vyacheslav Gladkovm, ha denunciato l'ingresso di sabotatori ucraini, aggiungendo che le forze armate russe, insieme al servizio di frontiera, alla guardia russa e all'FSB, stanno adottando le misure necessarie per "eliminare il nemico". Secondo la presidenza russa "ci sono forze e mezzi sufficienti" nella regione di Belgorod. Il Cremlino vede lo scopo principale di queste azioni del nemico come un ovvio tentativo di distogliere l'attenzione dalla "sconfitta" dell'esercito ucraino a Bakhmut, spiegano dai media russi.
15:00I miliziani russi: “Proseguiamo l’incursione”I miliziani russi entrati in Russia dall'Ucraina hanno annunciato di voler proseguire la loro incursione e dopo aver oltrepassato il centro abitato di Gora-Podol hanno attaccato Grayvoron, il capoluogo del distretto di Grayvoronsky, dove si svolgono i combattimenti. Lo afferma sul suo canale Telegram l'organizzazione Libertà per la Russia, sottolineando che l'operazione è condotta insieme con il Corpo dei Volontari russi.
18:48Governatore Belgorod: “Residenti lasciano le zone al confine”“La maggior parte degli abitanti” dei villaggi della regione di Belgorod vicini alla frontiera con l'Ucraina dove oggi è avvenuta un'incursione da oltre confine “hanno lasciato il territorio”. Lo ha detto il governatore, Vyacheslav Gladkov, citato dall'agenzia Ria Novosti. Le autorità, ha aggiunto, hanno fornito mezzi di trasporto a chi non ne era in possesso.