Venerdì 14 Giugno 2024

Volo da incubo Londra-Singapore, un morto e 40 feriti per le forti turbolenze

Il Boeing è atterrato in emergenza a Bangkok, a bordo c’erano 211 passeggeri e 18 membri dell’equipaggio. Un 73enne deceduto per arresto cardiaco, 7 persone in gravi condizioni dopo essere stati sbattuti contro le cappelliere

Londra, 21 maggio 2024 – Un uomo è morto e quaranta persone sono rimaste ferite sul volo SQ321 Londra-Singapore della Singapore Airlines, incappato in una violenta turbolenza, forse per via del maltempo. In appena 5 minuti l’aereo è precipitato nel vuoto, perdendo all'improvviso 2.000 metri di quota. Il pilota è riuscito a recuperare il controllo ma è stato comunque costretto a un atterraggio di emergenza.

Un aereo della Singapore Airlines (NurPhoto via AFP)
Un aereo della Singapore Airlines (NurPhoto via AFP)

Il Boeing 777-300ER, partito da Heathrow lunedì, è atterrato in emergenza a Bangkok alle 15.34 ore locali (le 16.34 a Singapore). A bordo c'erano 18 membri dell'equipaggio e 211 passeggeri, sbalzati dal movimento dell’aereo contro le cappelliere: uno di loro non è sopravvissuto. Si tratta di un cittadino britannico di 73 anni deceduto per un non meglio precisato “arresto cardiaco”, fa sapere Kittipong Kittikachorn, direttore dell'aeroporto tailandese di Suvarnabhumi. Tra i feriti, 7 sono in gravi condizioni. 

"Sono profondamente rattristato nell'apprendere dell'incidente a bordo del volo SQ321 della Singapore Airlines da Londra Heathrow a Singapore", ha scritto su Facebook il ministro dei trasporti di Singapore Chee Hong Tat. Cosa sia successo a bordo non è ancora chiaro. Secondo Sky News ''l'aereo potrebbe aver colpito una sacca d'aria”. Ma nell’ambito di migliaia di voli giornalieri operati nel mondo, l’eventualità di lesioni per una turbolenza è molto rara. Singapore ha comunque inviato subito una squadra di suoi investigatori per indagare meglio sull'accaduto.

La compagnia si è limitata a comunicare le sue “più profonde condoglianze alla famiglia della persona deceduta. "Stiamo lavorando con le autorità locali in Thailandia per fornire l'assistenza medica necessaria e inviamo una squadra a Bangkok per fornire tutta l'assistenza aggiuntiva necessaria”, ha concluso.