Venerdì 12 Aprile 2024

Il ‘treno di Putin’: cos’è la barriera di vagoni lunga 30 km che arriva fino al Donetsk

Costruito dall’esercito russo, il lunghissimo convoglio ferroviario è stato individuato attraverso le immagini satellitari. Gli analisti si interrogano sulla sua funzione

Roma, 13 febbraio 2024 – L’esercito russo avrebbe costruito una barriera di vagoni ferroviari lunga 30 km nel Donetsk, soprannominata il ‘treno dello zar’. È quanto emerge da un report del think tank statunitense Institute for the study of war (Isw), i cui esperti citano immagini satellitari e fonti ucraine. Il convoglio si estenderebbe dalla città occupata di Olenivka fino a Volnovacha, e si ipotizza che possa fungere da linea difensiva contro futuri attacchi delle forze ucraine.

Il cosiddetto 'treno dello zar' (Fonte: @DeepState_UA/Twitter)
Il cosiddetto 'treno dello zar' (Fonte: @DeepState_UA/Twitter)

Le immagini satellitari consultate da Isw, che risalgono al 10 maggio 2023 e al 6 febbraio 2024, mostrano come le forze di Mosca hanno raccolto circa 2.100 vagoni negli ultimi 9 mesi per costruire la barriera. Secondo il canale Telegram ucraino DeepState UA, che ha creato anche una mappa interattiva della guerra basata su fonti aperte, l’esercito russo avrebbe rubato i veicoli. Nel suo punto più vicino, il ‘treno dello zar’ dista circa 6 km dall’attuale linea del fronte stimata dall’Istituto, a sud-est di Novomykhailivka, ed è situato in un’area che era relativamente inattiva quando i russi avrebbero iniziato la costruzione lo scorso luglio.

Speculazioni a parte, l’Isw sottolinea che al momento non è chiaro a cosa possa servire la lunga catena di vagoni. Le linee di difesa della Russia nelle regioni occupate si sono rivelate difficili da penetrare, bloccando le operazioni di controffensiva dell’esercito ucraino sui fronti orientale e meridionale. Le truppe ucraine ora sono sulla difensiva anche nell’oblast di Donetsk. Nonostante ciò, le forze russe ultimamente hanno ottenuto solo guadagni territoriali marginali nell’area.